Maggio 25, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani


A partire dall’11 aprile 2024, WhatsApp introdurrà importanti aggiornamenti riguardanti la sicurezza e la privacy, in risposta ai nuovi regolamenti europei come il Digital Services Act (DSA) e il Digital Markets Act (DMA). Queste modifiche mirano ad aumentare la sicurezza e la privacy degli utenti, allineandosi agli standard legislativi dell’Unione Europea. In particolare, verrà implementata la possibilità di interoperabilità con altre applicazioni di messaggistica, permettendo così di inviare messaggi da WhatsApp a piattaforme di terze parti come Telegram. Tuttavia, ci sono preoccupazioni riguardo al possibile aumento di spam o malware, e Meta non fornirà tutela in caso di uso fraudolento da parte di applicazioni di terzi​.

Come cambierà WhatsApp l’introduzione della interoperabilità

L’introduzione della interoperabilità di WhatsApp con altre app di messaggistica potrebbe trasformare significativamente il modo in cui interagiamo digitalmente, promuovendo un’esperienza più connessa e flessibile. Tuttavia, porta anche sfide legate alla privacy e alla sicurezza, aumentando il rischio di esposizione a spam o malware. È fondamentale che gli utenti rimangano vigili e informati sulle impostazioni di privacy per navigare in questi nuovi scenari. Per maggiori dettagli, ti consiglio di consultare la fonte originale​.

Cosa prevedono i regolamenti: Digital Services Act (DSA) e Digital Markets Act (DMA)

Il Digital Services Act (DSA) e il Digital Markets Act (DMA) sono regolamenti europei progettati per creare un ambiente digitale più sicuro e aperto. Il DSA mira a regolamentare le piattaforme online, garantendo che rispettino standard elevati di responsabilità e trasparenza, soprattutto per quanto riguarda i contenuti illegali e la protezione degli utenti online. Il DMA, d’altra parte, punta a promuovere la concorrenza equa nel mercato digitale, impedendo alle grandi piattaforme di abusare della loro posizione dominante.

Quanti sono ad oggi gli utenti delle piattaforme di messaggistica istantanea? Quali le piattaforme più utilizzate?

Le piattaforme di messaggistica istantanea continuano a essere una parte fondamentale della comunicazione digitale nel 2024, con miliardi di utenti attivi mensilmente. Analizzando i dati più recenti, WhatsApp mantiene la posizione di leader con 2 miliardi di utenti. Segue WeChat, con un’impressionante base di 1,2 miliardi di utenti, grazie alla sua onnipresenza in Cina e all’integrazione di servizi che vanno ben oltre la semplice messaggistica. Facebook Messenger occupa il terzo posto con 1 miliardo di utenti, essendo particolarmente popolare negli Stati Uniti dove ha superato WhatsApp in termini di utenza.

Telegram e Viber si distinguono anch’essi per la loro vasta utenza, con circa 800 milioni di utenti ciascuno. Telegram si è guadagnato la fedeltà degli utenti grazie al suo forte accento sulla privacy e sulla sicurezza, oltre a funzionalità avanzate come chat segrete, messaggi autodistruttivi e la possibilità di ospitare grandi chat di gruppo. Viber, d’altra parte, continua a rimanere popolare per le sue chiamate vocali e video gratuite, la crittografia end-to-end e una vasta raccolta di adesivi, oltre a canali che connettono gli utenti con creatori di contenuti e marchi.

In un’era dove la comunicazione digitale si espande rapidamente, la presenza di bot, l’utilizzo di emoji, e l’interazione tra aziende e clienti attraverso queste piattaforme diventano sempre più rilevanti. Le aziende, in particolare, trovano in Messenger e WhatsApp canali efficaci per raggiungere i propri clienti, con oltre 40 milioni di attività commerciali che utilizzano Messenger per comunicare e oltre 20 miliardi di messaggi scambiati ogni mese tra aziende e utenti su questa piattaforma.

Giovanni Scafoglio

Leggi anche

Show Full Content
Previous Nuovo condono edilizio 2024 cosa cambia?
Next Trent’anni senza Kurt Cobain
Close

NEXT STORY

Close

28.11.1985 usciva We Are The World – Ogni Santo Giorno

Gennaio 28, 2022
Close