Aprile 17, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Non è la prima volta che Arisa decide di alzare l’asticella dell’originalità. Poco prima di essersi presentata al mondo in modo audace con la ricerca del “marito ideale” attraverso un annuncio e le sue foto nude, la cantante aveva già scelto di condividere con i suoi follower qualcosa di ancora più personale: la sua collezione di Sexy Toys.

Senza filtri né inibizioni, Arisa ha mostrato al mondo intero gli oggetti della sua auto-esplorazione del piacere

tutti conservati in un piccolo sacchetto. Immagini che non sono passate inosservate, ma che hanno sicuramente suscitato una serie di commenti, sia seri che scherzosi.

“Mentre sistemavo vestiti e asciugamani, ho ritrovato un sacchettino che custodisce dei reperti interessanti”, ha raccontato l’artista con una certa naturalezza nelle sue storie di Instagram, mostrando uno dopo l’altro i suoi giocattoli per l’autoerotismo. Alcuni sembrano ormai fuori uso, altri presentano segni di usura e rottura. “Sono da rimettere in sesto”, ha scherzato Arisa, dimostrando ancora una volta la sua abilità nel creare un’atmosfera ironica.

Arisa non è l’unica celebrità a mostrare i suoi Sexy Toys

Basta pensare a Gwyneth Paltrow e alle sue continue conversazioni sugli “strumenti musicali” per adulti. Condividere è chiaramente una tendenza in crescita tra le star!

La reazione dei fan è stata una sorpresa per la cantante

Mentre cercava di mettere un tocco di umorismo nell’argomento, i seguaci sembravano prendere la questione molto sul serio. Ciò ha scatenato l’irritazione di Arisa che, visibilmente sorpresa, ha commentato: “Ragazzi, cerco sempre di essere sincera con voi. Trovo qualcosa di divertente, voglio condividere, e già mi scrivono ‘Se hai bisogno, posso venire a casa tua’… ma potreste essere un po’ più gentili?”

Non è mancanza d’affetto ma un momento con sé stessi

Alla fine, Arisa ha voluto dare un significato più profondo ai “giocattoli speciali” sottolineando che non sono solo un rimedio alla mancanza d’affetto. Ha dichiarato “I sex toys non servono solo per compensare la mancanza d’affetto, ma anche per trascorrere del tempo con se stessi.” E ha concluso con un tocco di autosufficienza: “Non ho bisogno di nulla, non mi manca proprio niente, tranquilli…”.

Cristina Ferrari

Leggi anche

Il Randagio Open call, la chiamata alle arti per fotografi e artisti. Lilin, Dario Fo, Mirko Viglino, Giovanni Scafoglio, Fotografia

Scopri il catalogo de Il Randagio Edizioni

Show Full Content
Previous La Russia prepara il missile Sarmat: rischio guerra nucleare?
Next Buffon capo delegazione azzurro insegnerà i valori italici, dal diploma falso agli slogan fascisti, scommesse e bestemmie comprese
Close

NEXT STORY

Close

L’arte “attaccata” dalle proteste climatiche

Ottobre 28, 2022
Close