Febbraio 25, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Il nuovo Museo del Ricordo delle foibe, che verrà inaugurato a Roma, rappresenta un’importante iniziativa culturale e storica per l’Italia. La creazione di questo museo è stata proposta dal Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e ha ricevuto l’approvazione del Consiglio dei Ministri. L’obiettivo principale è quello di commemorare le vittime delle foibe, una tragedia legata alla dittatura comunista di Tito nel Secondo Dopoguerra, che coinvolse principalmente gli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia.

Perché Il Museo del Ricordo delle Foibe si farà a Roma?

Il museo dedicato alla memoria delle vittime delle foibe si chiamerà “Museo del Ricordo”. Sarà realizzato a Roma, la capitale d’Italia, e la sua gestione sarà affidata a una fondazione costituita dal ministero della Cultura e dalla Regione Lazio​. La scelta è ricaduta su Roma per sottolineare l’importanza nazionale della memoria e della storia che il museo si propone di conservare e trasmettere.

Il museo, per il quale è previsto un investimento di otto milioni di euro nel periodo 2024-2026, sarà gestito da una fondazione appositamente istituita, composta dal ministero della Cultura e dalla Regione Lazio. Quest’ultima fornirà l’immobile per il museo e contribuirà alla sua progettazione e gestione. Al progetto potranno unirsi anche altri soggetti pubblici o privati.

Simona Baldassarre, assessora alla cultura, ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa, che non solo commemora un capitolo doloroso della storia italiana ma anche il contributo culturale e sociale fornito dalle comunità degli italiani del confine orientale.

Il numero di italiani vittime delle Foibe

La stima del numero di vittime italiane nelle foibe varia in base alle fonti consultate e alla metodologia di conteggio. Secondo alcune fonti, le vittime italiane ammontano a una cifra tra le 12.000 e le 20.000 persone, che tra il 1943 e il 1947 vennero catturate, uccise e gettate nelle cavità carsiche dell’Istria e della Dalmazia dai partigiani comunisti jugoslavi. Questa stima comprende non solo coloro che furono gettati nelle foibe, ma anche le vittime di campi di concentramento e di processi sommari​.

Ginevra Leone

Leggi anche

Show Full Content
Previous Chi è Ilaria Salis, l’italiana incatenata e in ceppi im un tribunale in Ungheria
Next BMG divorzia da Roger Waters perché antisemita
Close

NEXT STORY

Close

Trump minaccia la Corte Suprema: ‘Senza l’immunità sarà il caos’

Gennaio 19, 2024
Close