Dicembre 2, 2022
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Nell’area Nord di Napoli, lo studio fotografico di Ilaria e Antonio Matera, si afferma come un polo d’attrazione per la fotografia Newborn. Una pratica che vede come protagonisti i neonati dagli 0 ai 15 giorni di vita. Arco temporale in cui il bambino continua ad assumere la posizione fetale. Essenziale per la realizzazione delle foto. ll fenomeno della fotografia Newborn è cresciuto vertiginosamente negli ultimi due anni. È una pratica fotografica che richiede un alto livello di professionalità. Sia per garantire la sicurezza del bambino, ma anche per offrire un servizio qualitativamente elevato. 

Perché è importante che il neonato assuma una posizione fetale durante il servizio fotografico?

Il fenomeno della fotografia Newborn diventa un successo per due giovani fotografi dell'area Nord di Napoli: Ilaria e Antonio Matera

Ilaria e Antonio spiegano che nei primi quindici giorni di vita, il nascituro ha una flessibilità corporea che consente di fargli assumere diverse posizioni. Il tutto reso possibile attraverso tecniche di addormentamento e rilassamento. Infatti, è consigliabile fare in modo che il neonato prenda il latte nello studio fotografico. In questo modo, il piccolo sarà più rilassato e i fotografi più agevolati.

Dopo i quindici giorni di vita, invece, il neonato inizia ad essere meno tranquillo: si sveglia con più frequenza, accusa le prime coliche, ha una pelle meno liscia a causa della naturale comparsa della crosta lattea. Condizioni insomma che non facilitano lo svolgimento della sessione. 

Quali sono le fasi di una Sessione fotografica Newborn?

Innanzitutto, la Sessione Newborn dura in media quattro ore, durante le quali è possibile assistere ad un’esperienza di estrema cura e delicatezza verso il neonato. 

Ilaria racconta che la prima fase è quella di addormentamento. Poi, si procede con il posizionamento del neonato sul cosiddetto “Bean bag“. Durante queste fase bisogna capire qual è la postura che fa sentire il bebè a suo agio. È infatti importante saper interpretare i bisogni del piccolo e non disturbare la sua quiete. 

Lo step successivo è la tecnica del wrapping. Si tratta di un procedimento delicato, che consiste nel fasciare il neonato con un tessuto leggero ed elastico. Definito appunto “wrap”. Lo scopo di questa tecnica è quello di far sentire il bebè protetto e al sicuro. Proprio come se stesse nel grembo materno. Dunque non è un metodo affatto invasivo. Anzi, richiama una tradizione molto antica e tipica dei paesi asiatici. 

Quali sono le posizioni più diffuse?

Le posizioni più diffuse della fotografia Newborn sono: Side pose, Bum up pose e Froggy pose. La Side pose è effettuata adagiando il bambino lateralmente su una superficie morbida. La Bum up pose, invece, prevede che il bebè sia posizionato a pancia in giù.

E poi c’è la Froggy pose, una delle posizioni più difficili da realizzare. Infatti, questa posa non è realizzabile con tutti i neonati, in quanto richiede il sonno profondo del neonato. Ma non solo, è necessario che i fotografi abbiano un alto livello di preparazione e di expertise. 

La froggy pose è effettuata con due scatti differenti che vengono poi combinati attraverso specifici programmi di grafica

Il successo della fotografia Newborn nell’area Nord di Napoli

Ilaria e Antonio sono due fotografi talentuosi che grazie alla formazione continua e alla partecipazione a workshop sulla fotografia Newborn, godono di una vasta clientela.

Peraltro, i clienti arrivano da tutta la Campania, felici di raggiungere un’incantevole Factory di fotografie. Non a caso, i genitori dei nascituri, sono accolti da un’atmosfera calda e confortevole. Ilaria e Antonio forniscono al bebè vestiti e accessori personalizzati, dando vita a ritratti magici. 

“Le persone si affidano a noi innanzitutto perché ripongono fiducia nella nostra professionalità. E poi perché personalizziamo lo stile fotografico. Cerchiamo di creare delle esperienze fotografiche su misura. Puntiamo sulla continua innovazione” (Ilaria). 

C’è da aggiungere che Ilaria e Antonio fotografano il bambino sin da quando è nel grembo della mamma. Infatti, sono specializzati anche nelle foto Maternity, in quelle battesimali e in quelle Smash Cake. Quindi, percorrono attraverso la fotografia il primo anno di vita del bambino: da quando la madre lo porta dentro di sé, fino ad arrivare al primo sacramento e poi al compimento del primo anno di vita.

“Cosa consigliate a chi ambisce a debuttare nel mondo della fotografia Newborn?”

Ilaria afferma:

“Passione, pazienza e amore sono ingredienti indispensabili per svolgere questa professione. Se si scopre di avere una reale propensione verso i bambini, allora la strada sarà tutta in discesa”.

Insomma, ogni servizio fotografico dello studio Matera è una piacevole esperienza, resa possibile grazie alla cordialità, all’empatia e alla gentilezza dei due giovani e appassionati fotografi. Sono proprio queste qualità a rappresentare la chiave del loro successo.

Emanuela Mostrato

Se ti è piaciuto, leggi anche:

Uscita, voce e lealtà: quale strada scegliere? 

L’apprendimento in età adulta

Essere una Persona Multipotenziale

Dario Fo il Maestro dei Pennelli
 - come il Premio Nobel dipingeva il suo teatro attraverso 70 opere inedite. Il Randagio Edizioni
Show Full Content
Previous Gorbachev: amato e odiato, tradito e incompreso
Next Il contratto psicologico
Close

NEXT STORY

Close

Murales in stile fascista a Roma: “Resta in piedi Italia”

Luglio 2, 2021
Close