Novembre 29, 2022
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Nei giorni scorsi, negli Stati Uniti, è passato il cosiddetto Inflation Reduction Act, il decreto che ha lo scopo di ridurre l’uso dei combustibili fossili e spostarsi verso un’energia più green, come l’energia solare, eolica e altre rinnovabili. Il nome è particolarmente calzante, poiché si è visto che c’è una chiara e diretta connessione tra il cambiamento climatico e l’inflazione. Non importa in che parte del mondo ti trovi.

Il problema maggiore a causare l’inflazione sono proprio i combustibili fossili

Questi sono i primi che dovrebbero subire un grosso cambiamento. E questi cambiamenti potrebbero avere vaste ripercussioni su tutti quei mercati d’energia mondiali, i quali causano l’inflazione.

Lo stiamo notando ora, ad esempio, con la guerra tra Russia e Ucraina.

Ritroviamo anche un gesto simbolico, nel 1979, quando, il presidente degli USA, Jimmy Carter fece istallare dei pannelli solari sul tetto dell’ala ovest della Casa Bianca.

Il presidente di allora sapeva che investire nelle energie rinnovabili era uno dei modi per combattere l’inflazione.

E questo perché? Perché il vento e la luce solare, al contrario del gas e del carburante, sono gratis.  

“Per i combustibili fossili, la maggior parte dei costi riguardano il prodotto, cioè il carburante. Con le energie rinnovabili è il contrario, cioè che sono i pannelli solari a costare tanto. E, una volta istallato, stai, essenzialmente, stampando banconote.”

Questo è ciò che ha detto Gernot Wagner, un economista climatico della Columbia Business School.

Un altro problema riguardante le energie rinnovabili è la necessità di tempo.

Meno tempo si ha, più alto sarà il rischio di catastrofe economica. Questo perché se si riducono i combustibili fossili prima che le energie più pulite siano sviluppate, questo porterà inevitabilmente ad un aumento dei prezzi. Allo stesso modo, le persone vorranno comprare dei nuovi prodotti più ecologici, come le auto elettriche, ma che non sono ancora disponibili in grandi quantità sul mercato. E, ancora, questo sbilanciamento porterebbe i prezzi ad alzarsi.

Irene Heemskerk, capo del centro del cambiamento climatico della Banca Centrale Europea, ha dichiarato:

“Questi sono i rischi che provengono da misure di governo che si spostano verso un’economia più verde come la carbon tax, innovazioni tecnologiche green o il cambiamento delle preferenze dei consumatori per prodotti più sostenibili.”

Ma questo non vuol dire rallentare il processo. Questi rischi implicano il fatto che bisogna agire ora in modo da evitare un innalzamento ancora più aspro dei prezzi sul mercato.

Se i paesi sono ancora costretti a ricostruire i mercati d’energia a causa di incendi e inondazioni devastanti ed elevate temperature, le conseguenze economiche riguarderanno un’inflazione molto alta insieme ad altri problemi economici.

In altre parole, prima si agisce meglio è.

Il costo sempre più elevato è anche dato da un clima estremo

Le inondazioni possono distruggere le coltivazioni e questo farebbe aumentare il prezzo del cibo. Gli uragani possono danneggiare gli impianti elettrici e causare blackout. E le temperature molto elevate renderebbero i lavoratori meno produttivi.

Bisogna, però, ricordarsi che il tempo atmosferico non equivale al clima, anche se chiaramente, quest’ultimo può influenzare il tempo. Per questo, gli scienziati hanno appurato con certezza che il cambiamento climatico rende più frequenti i giorni caldi.  Ma non sono così sicuri circa il fatto che rende i tornado più severi. Si pensa che le inondazioni vengano causate, sicuramente, da temperature elevate e, può essere, anche dai tornado (ma su questo non sono ancora sicuri). Le inondazioni sono un risultato di diversi fattori.

Sicuramente, il cambiamento climatico, attraverso le ultime abbondanti piogge, ha avuto un ruolo importante.

Si stanno ancora analizzando e studiando come le diverse forme di cambiamento climatico possano aumentare l’inflazione generale dei paesi e quali conseguenze economiche possano apportare. Ma si sa che questi effetti possono sorprenderci.

Ad esempio, avreste mai immaginato che la siccità in Taiwan possa influire sull’industria delle auto negli Stati Uniti?  Si. È proprio quello che è successo l’anno scorso. I lavoratori di chip per computer hanno bisogno di acqua per il processo manifatturiero. Taiwan è uno dei principali fornitori di chip, quindi la siccità ha contribuito a una carenza di chip che ha influito molto negativamente sull’industria automobilistica.

È quindi certo che più la terra si surriscalda, più l’economia mondiale subisce dei rischi e l’inflazione aumenta.

Con la firma, qualche giorno fa del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, del “Inflation Reduction Act”, insieme ad altri obiettivi economici, si ha lo scopo di modernizzare il paese in modo da ridurre la sua dipendenza dai combustibili fossili.

Si da, inoltre, la possibilità per i più anziani di acquistare le medicine a minor prezzo, migliorare tutto ciò che riguarda l’assicurazione sanitaria e incoraggerà i cittadini ad utilizzare veicoli a basse emissioni.

Ma in un mondo che si surriscalda, dove è presente una grandissima competizione da parte di altre nazioni, Biden ritiene che gli investimenti in risorse energetiche a basse emissioni e l’avanzata produzione siano critiche per l’attività commerciale americana e per l’economia. Soprattutto se non si agisce anche per quanto riguarda l’assistenza pediatrica o, in generale, nell’investimento umano.

Solo così, l’economia potrà dare i suoi veri frutti. Bisogna pensarla in modo più ampio.

Infatti, alcuni ricercatori si stanno impegnando nello sviluppare delle misure di crescita economica non soltanto per ciò che concerne la produzione di beni e servizi, ma anche per elementi paesaggistici e sociali.

È certamente un primo passo. Ma la strada è ancora lunga.

Alexa Panno

Leggi anche

Il mito Marvel Spider-Man compie 60 anni

Richiesta crescente dei profili umanistici

“Servant of the people” analisi della serie tv di Zelensky

Show Full Content
Previous Credere di non meritare i propri successi
Next Video stupro a Piacenza diffuso dalla Meloni, la vittima disperata perchè riconosciuta
Close

NEXT STORY

Close

L’apprendimento in età adulta

Settembre 19, 2022
Close