Giugno 19, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

L’edizione 2024 della Frankfurter Buchmesse, una delle fiere del libro più importanti a livello mondiale, vedrà l’Italia come ospite d’onore. Tuttavia, questo importante appuntamento culturale avrà una forte defezione di autori italiani, inclusi Paolo Giordano, Nicola Lagioia, Sandro Veronesi e Antonio Scurati. Tali defezioni sono legate all’esclusione di Saviano da parte della Fiera internazionale del Libro di Francoforte 2024.

Fiera internazionale Libro Francoforte Saviano non invitato

Roberto Saviano, autore di “Gomorra” e figura di spicco nella lotta contro la criminalità organizzata, non è stato invitato a partecipare alla Buchmesse 2024. Questa decisione sembra essere influenzata dalle sue recenti controversie legali e politiche. Nel 2023, Saviano è stato condannato per diffamazione nei confronti della Premier Giorgia Meloni, in seguito a commenti fatti durante un’intervista televisiva nel 2020. Durante l’intervista, Saviano aveva definito Meloni e Matteo Salvini “bastardi” in relazione alla loro retorica contro l’immigrazione​.

La condanna ha attirato molta attenzione mediatica e ha evidenziato le tensioni tra Saviano e il governo italiano. Meloni aveva inizialmente intentato una causa per diffamazione contro Saviano, accusandolo di aver superato i limiti della critica legittima​​. Questa situazione ha portato molti a speculare che l’assenza di Saviano dalla delegazione italiana alla Buchmesse sia una decisione politica piuttosto che culturale.

Altri autori rinunciatari e le loro ragioni

Tale decisione ha portato autori di rilievo come Paolo Giordano, Nicola Lagioia, Sandro Veronesi e Antonio Scurati a non partecipare alla Buchmesse 2024. In Particolare Sandro Veronesi ha dichiarato: “Le ragioni balorde e ridicole con cui il Commissario Mazza ha giustificato l’esclusione di Roberto Saviano non mi permettono di accettare l’invito che ho ricevuto. Continua questa pratica di ingerenza del Presidente del Consiglio e dei suoi più fidati collaboratori, accompagnata da “putiniana ipocrisia”

Nicola Lagioia e Sandro Veronesi, ad esempio, hanno sottolineato la loro insoddisfazione per la gestione della politica culturale italiana e le interferenze politiche che ritengono limitino la libertà di espressione e il dibattito culturale. Antonio Scurati, noto per le sue posizioni critiche verso il governo, potrebbe aver scelto di non partecipare per evitare ulteriori polemiche e controversie​ (Quotidiano Nazionale)​​ (Quotidiano Nazionale)​.

L’importanza della Buchmesse e le conseguenze delle defezioni

La Frankfurter Buchmesse è una delle fiere del libro più prestigiose e influenti al mondo. Fondata nel 1949, rappresenta un punto di incontro cruciale per editori, autori, agenti letterari e professionisti dell’industria culturale. Essere il paese ospite d’onore offre all’Italia un’opportunità unica di promuovere la propria cultura, letteratura e creatività su scala internazionale​. Le defezioni di autori di rilievo come Giordano, Lagioia, Veronesi e Scurati rappresentano una perdita significativa per la delegazione italiana.

Gli scrittori italiani presenti alla Fiera internazionale Libro Francoforte 2024

All’edizione 2024 della Buchmesse, l’Italia sarà rappresentata da diversi autori di spicco. Tra questi, Carlo Rovelli, rinomato fisico e autore, sarà uno dei testimonial dell’evento. Susanna Tamaro, famosa per i suoi romanzi di grande successo, sarà presente per discutere le sue opere e la cultura italiana. Dacia Maraini, una delle più importanti scrittrici italiane, parteciperà con incontri e discussioni sulle sue opere e temi culturali. Inoltre, Stefano Zecchi, filosofo e autore, prenderà parte a dibattiti e conferenze durante l’evento.

Cristina Ferrari

Leggi anche

Show Full Content
Previous La voce di don Ciotti clonata con l’iA per truffare i malati
Next All eyes on Rafah una storia su Instagram condivisa da 38 milioni di persone
Close

NEXT STORY

Close

Silvio Berlusconi agli occhi della Gen Z

Giugno 13, 2023
Close