Maggio 25, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

La Procura di Milano ha notificato la chiusura delle indagini a carico di Daniela Santanchè, ministra del Turismo e fondatrice della galassia editoriale Visibilia, e altri ex amministratori e sindaci, per presunti illeciti contabili. L’accusa principale è il falso in bilancio, relativo alla gestione dei bilanci aziendali tra il 2016 e il 2022, periodo in cui si sospetta che siano stati artificiosamente modificati per nascondere perdite milionarie e mantenere il gruppo a galla, ingannando gli investitori.

Chiuse le indagini per falso in bilancio ora il Ministro Santanchè rischia di andare a processo

L’inchiesta, guidata dall’aggiunto Laura Pedio e dai pm Marina Gravina e Luigi Luzi, si inserisce nel più ampio “pacchetto Visibilia”, che include anche indagini su una presunta truffa aggravata all’Inps durante la gestione della cassa integrazione nel periodo del Covid-19. Le indagini, che hanno visto il coinvolgimento del Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza, potrebbero portare a una richiesta di processo.

Le accuse si concentrano sulla manipolazione dei bilanci della Spa e di altre società collegate, come Visibilia Editore spa, Visibilia Editrice srl, e Visibilia srl, quest’ultima ora in liquidazione. Si contesta agli imputati di aver esposto consapevolmente dati falsi nei bilanci per ottenere vantaggi non dovuti, quali la prosecuzione delle attività aziendali senza la necessaria ricapitalizzazione o una gestione più conservativa. Questo avrebbe permesso loro di ottenere liquidità attraverso l’emissione di prestiti obbligazionari convertibili e di mantenere i rapporti contrattuali e finanziari essenziali per la sopravvivenza del gruppo.

I bilanci in questione mostrano perdite significative, con una gestione caratterizzata da risultati operativi negativi e l’assenza di una svalutazione integrale dell’avviamento e dei crediti per imposte anticipate, che avrebbe dovuto essere attuata già alla fine del 2016.

La difesa di Santanchè non ha richiesto l’interrogatorio e la ministra non ha rilasciato dichiarazioni in merito, limitandosi a commentare di non avere nulla da dichiarare quando interpellata dai giornalisti

Oltre a questa vicenda, restano aperti altri filoni d’inchiesta che coinvolgono Santanchè e altre figure vicine a lei, tra cui la compravendita di una villa a Forte dei Marmi e il dissesto del gruppo Ki Group-Bioera.

La situazione ha scatenato reazioni politiche, con l’opposizione che solleva interrogativi sulla sua idoneità a ricoprire cariche ministeriali e invoca le sue dimissioni, mentre figure di spicco come il ministro degli Esteri Antonio Tajani hanno espresso una posizione garantista, sostenendo la presunzione di innocenza fino a condanna definitiva.

Cosa rischia il Ministro Santanchè

Nel caso delle accuse per falso in bilancio a carico del ministro Daniela Santanchè, i rischi legali potrebbero includere procedimenti penali che porterebbero a un processo. Il reato di falso in bilancio può comportare sanzioni severe, inclusa la possibilità di condanne detentive. La legge italiana prevede pene detentive per il falso in bilancio che possono variare notevolmente a seconda della gravità del caso, della natura degli atti falsificati e del danno arrecato a terzi.

Inoltre, al di là delle possibili conseguenze legali, ci sono implicazioni politiche e pubbliche significative. Le accuse potrebbero influenzare la sua posizione nel governo e la sua reputazione, specialmente se la pressione politica e mediatica aumenta. La presunzione di innocenza rimane fino a una eventuale condanna definitiva, ma la situazione potrebbe comunque avere un impatto sulla sua carriera politica e sulla percezione pubblica.

Ginevra Leone

Leggi anche

Show Full Content
Previous Meta da diffusore di Fake news a vigilante: segnalerà tutti i contenuti generati da IA: video, foto e audio
Next L’Iran attacca Israele. Notte di guerra nei cieli del Medio Oriente. Perché l’Iran attacca Israele?
Close

NEXT STORY

Close

Guidereste nel 2024 un’auto del 1942? Lo staff di Biden no!

Gennaio 8, 2024
Close