Aprile 16, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Sono passati pochi giorni dal mandato di arresto contro il presidente russo Vladimir Putin. A tale mandato ha fatto seguito la dichiarazione del procuratore capo della Corte penale internazionale, Karim Khan. Il procuratore ha precisato che Putin andrebbe processato come accadde per i nazisti. Scrissi a suo tempo un articolo sui cimini per i quali Putin rischierebbe di essere processato. Ho dunque pensato di scrivere un articolo su tutti i crimini di guerra per i quali andrebbero processati gli Usa.

Se gli europei hanno sulla coscienza il genocidio delle civiltà del nuovo mondo oltre che “l’invenzione” della schiavitù. Gli Usa basano la propria esistenza su un peccato originale: Il genocidio dei nativi d’America

Edulcorato da una narrazione epica e puritana, il genocidio dei nativi americani è uno dei crimini più orrendi mai perpetrati ai danni dei nostri simili. Resta che una volta scoperta l’America e fino al‘900, persero la vita per ragioni connesse alla colonizzazione tra 50 e 100 milioni di nativi americani. Gli europei non ebbero alcuno scrupolo a occupare il territorio, a sfruttare gli indigeni e, quando lo ritenevano necessario, a massacrarli deliberatamente. Per altri autori ancora la cifra può arrivare a 114 milioni di morti in 500 anni. Certo, si tratta di dati contrastanti, che non tengono conto di conflitti interni, epidemie, carestie.

La colonizzazione dell’America settentrionale (attuali Canada e Stati Uniti, senza contare il Messico) ebbe caratteristiche in parte diverse rispetto a quella dell’America meridionale. Oltre agli spagnoli, nel territorio giunsero altri popoli europei, tra i quali inglesi, olandesi, francesi e russi.

Lo sterminio proseguì nell’Ottocento, dopo la costituzione degli Stati Uniti

Le statistiche rivelano che, dalla sua indipendenza nel 1776, il governo degli Stati Uniti sferrò oltre 1.500 attacchi contro tribù indiane, commettendo innumerevoli crimini e sterminandoli. Nel 1814, il governo degli Stati Uniti decretò che avrebbe attribuito da 50 a 100 dollari per ogni scalpo indiano consegnato. Anche qui è bene precisare che il barbaro gesto di togliere lo scalpo al cadavere non fu una usanza dei “pelle rossa” ma dei bianchi.

Tutti i crimini di guerra degli Usa. Si stimano tra i 20 e i 30 milioni le vittime causate dagli USA nella loro breve storia. Vietnam, afghanistan, Iraq, Iran, Ucraina, Syria

Lo storico americano Frederick Turner ha riconosciuto in The Significance of the Frontier in American History (1893) che ogni frontiera è stata conquistata da una serie di guerre contro gli indiani. Lo studioso Russel Thornton, utilizzando informazioni governative americane ha stimato che dal 1775 al 1890 furono massacrati almeno 45.000 nativo americani. Quello che avvenne in seguito: deportazione di bambini, schiavismo e stupri sui deportati è ancora oggi quasi completamente insabbiato.

Dal 1945 ad oggi sono tra i 20 e i 30 milioni le vittime causate dalle politiche dagli Usa. Ecco l’elenco di tutti i crimini di guerra degli Usa

Da questo punto in poi ci limiteremo ai semplici dati e ai fatti riservandoci in futuro la possibilità di approfondire i vari accadimenti.

I bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki

Tutti i crimini di guerra degli Usa. Si stimano tra i 20 e i 30 milioni le vittime causate dagli USA nella loro breve storia. Vietnam, afghanistan, Iraq, Iran, Ucraina, Syria

Il 6 Agosto del 1945, alle 8:15 del mattino, le truppe USA sganciano su Hiroshima la prima bomba atomica della storia. Tre giorni dopo (9 Agosto 1945), alle 11.02, sganciano una seconda bomba su Nagasaki. Si contarono più di 210.000 morti e 150.000 feriti a causa delle due esplosioni. Senza questo atto vile e vigliacco, gli Stati Uniti avrebbero, con molta probabilità, perso la guerra contro il Giappone. Viene da sorridere amaramente all’idea che da quel momento in poi i vari presidenti americani avrebbero utilizzato lo spettro delle armi nucleari per “giustificare” altri atti al limite del diritto internazionale.

Il massacro del popolo coreano nel 1950

La guerra di Corea fu una guerra tra la Repubblica di Corea (Corea del Sud) con il sostegno delle Nazioni Unite guidate dagli Stati Uniti, e la Repubblica popolare democratica di Corea (Corea del Nord) con il sostegno della Cina e l’assistenza militare dell’Unione di Repubbliche socialiste sovietiche (Urss). La guerra iniziò il 25 giugno 1950 con l’ingresso delle forze sotto il comando del governo comunista di Kim ll Sung nella parte meridionale. l numero delle vittime causate dal conflitto è stimato in 2 800 000 tra morti, feriti e dispersi, metà dei quali civili.

Teheran colpo di Stato 1953 organizzato dalla CIA

La CIA, dopo sessant’ anni, ha ammesso di aver causato il colpo di Stato che fece cadere il governo del primo ministro iraniano Mohammad Mossadeq «Non intendo presentare alcun appello contro una condanna a morte e non accetterò nessun perdono, anche se lo Scià deciderà di accordarmelo. Il perdono è per i traditori ed io sono invece la vittima di un intervento straniero.»), reo di voler decolonizzare l’ Iran dagli invasori occidentali. Al centro del contendere, ieri come oggi, la questione petrolifera.

Il massacro di tre milioni di vietnamiti

La guerra del Vietnam dal 1955 al 1975 tra le forze del Vietnam del Nord e il Fronte di liberazione nazionale del Vietnam del Sud, noto come “Viet Cong”, da un lato, e le forze del Vietnam del Sud e i loro alleati soprattutto gli Stati Uniti, dall’altro. Durante i 16 anni di guerra ammontano a tre milioni le vittime vietnamite. il 16 marzo 1968, gli Usa compiono il “massacro di My Lai“. Tra i 347 e i 504 civili della Repubblica del Vietnam del Sud trovano la morte per mano dei soldati della compagnia B del 3° reggimento di fanteria statunitense. La maggior parte delle vittime saranno donne e bambini. Prima del massacro, le truppe statunitensi tortureranno e mutileranno i civili.  Stessa sorte a My Khe e So’n Tinh sempre ai danni di centinaia di inermi civili.

Tutti i crimini di guerra degli Usa. Si stimano tra i 20 e i 30 milioni le vittime causate dagli USA nella loro breve storia. Vietnam, afghanistan, Iraq, Iran, Ucraina, Syria

Crimini di guerra USA in Afghanistan

Il 2 agosto 1964, gli Stati Uniti inventano l’attacco del golfo del Tonchino. Una bufala che portò all’escalation generale della guerra del Vietnam. Questa guerra ha causato oltre 20.000 vittime civili. Secondo uno studio del professor “Marc Herold” pubblicato sul quotidiano Guardian, solo nei primi tre mesi di guerra i civili morti sono circa 4.000. Molti di questi uccisi da armi non convenzionali come ordigni esplosivi, barrel bomb e mine anti uomo lungo le strade.

Tra il 2003 e il 2011 Amnesty International ha documentato il coinvolgimento degli Usa in attacchi indiscriminati che hanno ucciso e ferito civili iracheni

Tra il 2003 e il 2011 Amnesty International ha documentato il coinvolgimento degli Usa in attacchi indiscriminati che hanno ucciso e ferito civili iracheni così come in detenzioni segrete, trasferimenti segreti di detenuti, sparizioni forzate, torture e altri trattamenti crudeli, inumani e degradanti.

Ex detenuti hanno denunciato una lunghissima serie di violazioni dei loro diritti quali la privazione del sonno, l’obbligo di rimanere nudi, il diniego di quantità adeguate di cibo e acqua, finte esecuzioni e minacce di stupro. Ancora oggi la popolazione irachena sta subendo le conseguenze devastanti dei crimini di guerra e di altri atti atroci perpetrati dalla coalizione guidata dagli Usa durante l’invasione e la successiva occupazione dell’Iraq.

Tutti i crimini di guerra degli Usa. Si stimano tra i 20 e i 30 milioni le vittime causate dagli USA nella loro breve storia. Vietnam, afghanistan, Iraq, Iran, Ucraina, Syria

Tutti i crimini di guerra degli Usa: l’elenco sarebbe infinito tra tentati e mancati golpe

Ecco in sintesi un breve elenco per chi voglia approfondire

  • 1953-1954: Guatemala
  • 17 aprile 1961: Playa Girón (Cuba)
  • 11 settembre 1973: Cile
  • 1979: Iraq
  • 22 settembre 1980: guerra Iraq e Iran
  • 15 aprile 1986: Kuwait
  • 1996: Iraq
  • marzo 1999: Jugoslavia
  • 19 marzo 2011: Libia
  • novembre 2011: Siria

Giovanni Scafoglio

Leggi anche

Ecorandagio è un giornale libero e indipendente, fondato allo scopo di valorizzare i giovani comunicatori del futuro. Ci finanziamo grazie ai proventi delle nostre iniziative editoriali. Scopri la nostra casa editrice! Il Randagio edizioni. Giovanni Scafoglio
Show Full Content
Previous Perchè the bad guy è la serie che non ti aspetti
Next 21 marzo giornata Mondiale della Poesia. Le canzoni più belle dedicate alla primavera
Close

NEXT STORY

Close

Chi era Messina Denaro, tutte le condanne e le verità tra intercettazioni e allusioni

Settembre 25, 2023
Close