Aprile 17, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

50 anni fa, il 2 settembre del 1973, moriva uno dei più grandi scrittori della storia della letteratura mondiale: J. R. R . Tolkien. Dal prossimo 16 novembre, La Galleria Nazionale di Roma gli rende omaggio con la più ampia retrospettiva mai dedicatagli in Italia. Tolkien in mostra a Roma: Tolkien. uomo, professore, autore: una retrospettiva senza precedenti.

Una esposizione senza precedenti

Rispetto alle grandi mostre allestite a Oxford (2018), Parigi (2020) e Milwaukee (2022), che hanno enfatizzato specifici aspetti delle opere letterarie, la mostra romana pone Tolkien al centro di tutto. Per la prima volta, l’attenzione si sposta sull’uomo dietro il mito.

“Tolkien. uomo, professore, autore” svelerà l’umanità di Tolkien, raccontando la sua vita personale, il suo lavoro accademico, e la potenza narrativa e poetica che ha dato vita alla Terra di Mezzo. L’esposizione si propone di far comprendere al pubblico quanto la vita e la straordinaria conoscenza del mondo antico di Tolkien abbiano influenzato il suo processo creativo.

Un viaggio completo nell’universo tolkieniano

L’esposizione abbraccerà una vasta gamma di materiali, tra cui manoscritti autografi, lettere, memorabilia, fotografie e opere d’arte ispirate alle visioni letterarie di Tolkien. Sarà un viaggio senza pari attraverso il mondo da lui creato, permettendo ai visitatori di immergersi nelle profondità delle sue opere.

Un legame speciale con l’italia

Particolare rilevanza viene data al rapporto di Tolkien con l’Italia. La mostra includerà testimonianze del suo amore per la lingua italiana e ricordi del suo viaggio a Venezia e Assisi nel 1955. Il pubblico avrà l’opportunità di scoprire il legame diretto e indiretto che Tolkien ha avuto con studiosi e intellettuali italiani.

Oltre i libri di Tolkien in mostra ache cinema, arte e musica

La mostra non si limiterà alla letteratura. Spazio sarà dato anche agli adattamenti cinematografici, dai film di Ralph Bakshi all’epica trilogia di Peter Jackson, vincitrice di 17 premi Oscar. L’arte, la musica e il mondo dei fumetti ispirati da Tolkien saranno anch’essi protagonisti di questa straordinaria retrospettiva.

Realizzata dal Ministero della Cultura con la collaborazione dell’Università di Oxford, la mostra coinvolge istituzioni internazionali di prestigio, tra cui l’Archivio Apostolico Vaticano, la Bibliothèque Alpha dell’Università di Liegi, l’Università di Reading e molte altre. Un catalogo che accompagna l’esposizione include contributi di esperti e studiosi del calibro di Adriano Monti Buzzetti Colella e Giuseppe Pezzini.

La tappa romana sarà solo l’inizio di un viaggio che toccherà altre città italiane nel corso del 2024

Grazie al supporto del Ministero della Cultura, la mostra sarà accessibile al pubblico senza costi aggiuntivi, rendendo l’esperienza alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna ancora più accessibile.

Oltre a esplorare la vita personale di Tolkien e il suo impatto sull’Italia, la mostra offre una ricca analisi dei suoi adattamenti cinematografici. Saranno esposti dettagli inediti sui film di Ralph Bakshi, così come su quella che è diventata una pietra miliare del cinema fantasy: la trilogia de “Il Signore degli Anelli” di Peter Jackson. La mostra approfondirà il processo creativo dietro queste trasposizioni cinematografiche, offrendo ai visitatori una visione approfondita di come le opere di Tolkien siano state interpretate sul grande schermo.

Le opere d’arte di Tolkien

Oltre ai manoscritti e alle lettere, la mostra presenterà una selezione unica delle opere d’arte originali create da Tolkien stesso. Questi disegni e acquerelli offriranno una visione senza filtri della sua immaginazione visiva, portando alla luce il lato artistico meno conosciuto dell’autore.

La mostra fornirà un tributo approfondito alla Terra di Mezzo, con una sezione dedicata alle mappe dettagliate, ai linguaggi inventati e alle culture dei popoli immaginari di Tolkien. I visitatori potranno esplorare la costruzione meticolosa di questo mondo fantastico, comprendendo le influenze mitologiche e linguistiche che hanno plasmato ogni angolo della Terra di Mezzo.

Dialogo con il pubblico

Un elemento innovativo della mostra sarà l’interazione con il pubblico. Attraverso l’uso di tecnologie immersive, i visitatori potranno vivere virtualmente alcuni dei momenti chiave delle opere di Tolkien. Saranno create esperienze digitali che porteranno il pubblico direttamente nel Cuore della Montagna Solitaria o attraverso la Contea, rendendo la mostra non solo educativa ma anche coinvolgente e memorabile.

La mostra includerà un’analisi dettagliata del profondo affetto di Tolkien per la cultura italiana. Dai suoi viaggi nelle affascinanti città di Venezia e Assisi nel 1955, emergono dettagli e aneddoti che svelano la profonda connessione tra Tolkien e la ricchezza storica dell’Italia. Le testimonianze di studiosi e intellettuali italiani contribuiranno a dipingere un quadro completo di come l’Italia abbia ispirato l’immaginazione di Tolkien.

L’eredità cinematografica

Oltre ai film di Ralph Bakshi e alla trilogia di Peter Jackson, la mostra esplorerà anche gli adattamenti cinematografici meno noti delle opere di Tolkien. Saranno analizzati approfonditamente i tentativi di portare sullo schermo alcune delle storie meno conosciute dell’universo tolkieniano, fornendo un quadro completo dell’impatto di Tolkien nel mondo cinematografico.

L’influenza musicale di Tolkien

La mostra esplorerà anche l’impatto di Tolkien sulla musica, con una sezione dedicata alle composizioni ispirate alle sue opere. Dai classici adattamenti musicali alle composizioni originali create in omaggio al suo lavoro, i visitatori potranno apprezzare la vastità dell’influenza musicale di Tolkien.

L’arte di Tolkien in dettaglio

Ulteriori dettagli saranno forniti sulle opere d’arte di Tolkien, con una disamina più approfondita di alcune delle sue creazioni più iconiche. I visitatori avranno l’opportunità di vedere i dettagli intricati di disegni e dipinti che hanno dato vita alle terre immaginarie di Tolkien.

Informazioni sulla Mostra:

Dove: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma.

Quando: Dal 16 novembre 2023 all’11 febbraio 2024.

Orari: Martedì – Domenica, dalle 9:00 alle 19:00.

Prezzi: 11 euro a persona.

La mostra sarà poi in viaggio in altre città italiane nel corso del 2024, con la prossima tappa programmata dal 15 marzo al 30 giugno al Palazzo Reale di Napoli.

Francesca Rampazzo

Leggi anche

Show Full Content
Previous Google pronta a investire su Character.AI: Il futuro delle IA e le attenzioni dell’Antitrust
Next Definire Tolkien di destra è una sciocchezza
Close

NEXT STORY

Close

Sharenting. La condivisione online delle immagini dei minori

Maggio 8, 2023
Close