Marzo 1, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Svelato il processo di selezione dei contenuti su Instagram e Facebook da parte dell’algoritmo di Meta. Ecco come cambierà l’algoritmo di Facebook e Instagram a partire da settembre 2023.

Torna l’ordine cronologico: gli utenti europei avranno un maggiore controllo su Facebook e Instagram

Se lo desiderano potranno tornare a vedere i contenuti in ordine cronologico e non con l’algoritmo. Una delle novità con cui le piattaforme di Meta si adeguano all’imminente Digital Services Act (Dsa) europeo che chiede maggiore chiarezza e trasparenza.

Nel mondo in continua evoluzione dei social network, emerge un nuovo capitolo nell’analisi dell’algoritmo che guida la selezione dei contenuti su Facebook e Instagram. Meta, l’azienda dietro questi due colossi social, ha recentemente rilasciato dettagli preziosi sul processo che determina quali post vengono visualizzati nei feed degli utenti. Fino ad ora, i professionisti del marketing e gli influencer hanno cercato di estrarre i segreti dietro tali algoritmi. Oggi è Meta stessa a spiegare il funzionamento dietro le quinte, senza addentrarsi in dettagli eccessivi ma fornendo un quadro di principi chiari.

Come l’intelligenza artificiale di Meta personalizza i feed dei social network

Sul suo blog ufficiale, Meta ha condiviso un post rivelando che il sistema si basa sull’impiego dei sistemi di intelligenza artificiale (AI) per la selezione dei contenuti che compaiono nei feed dei due social network. Questo passaggio segna un importante sforzo di trasparenza da parte dell’azienda, nel tentativo di spiegare ai propri utenti come funziona il processo. Nick Clegg, il Presidente degli Affari Globali di Meta, ha affermato che questi sistemi sono stati progettati per massimizzare la pertinenza e l’interesse dei contenuti visualizzati da ciascun utente. L’azienda sta inoltre lavorando per semplificare il controllo che gli utenti hanno sulla loro esperienza, cercando nuovi modi per rendere le opzioni di personalizzazione più accessibili.

Trasparenza e controllo: l’approccio di Meta alla selezione dei contenuti

Il cuore del sistema di intelligenza artificiale che governa la selezione dei contenuti è basato su un modello di punteggio. Il processo inizia con una collezione di post potenziali provenienti dai contatti e dalle pagine seguite da un utente. L’algoritmo quindi inizia a filtrare i post ritenuti meno rilevanti o interessanti, oltre a quelli che violano i termini di utilizzo del servizio. L’analisi procede considerando una gamma di parametri che includono l’autore del post, l’interazione storica dell’utente con tali autori, l’approvazione da parte di altri utenti e così via. I post che accumulano un punteggio più alto vengono posizionati in cima al feed dell’utente, aumentando così la probabilità che siano visti e interagiti.

Con nuovo algoritmo di Facebook e Instagram, da settembre 2023 Meta si pone in una posizione di leggero vantaggio

rispetto alle direttive anticipate dall’Unione Europea nel 2024 tramite il Digital e sulla concorrenza. Queste direttive esigeranno maggiore trasparenza da parte dei servizi online, tra cui Facebook, Instagram, YouTube e TikTok, riguardo al funzionamento delle tecnologie che guidano i loro sistemi di selezione e raccomandazione dei contenuti. In aggiunta, saranno obbligati a mettere a disposizione degli utenti l’opzione di scegliere un feed basato esclusivamente sull’ordine cronologico.

Giovanni Scafoglio

Leggi anche

Scopri il catalogo de Il Randagio Edizioni

Show Full Content
Previous Addio a Toto Cutugno: icona di una melodia italiana che non c’è più
Next Arresto Donald Trump: la sua foto segnaletica è un evento storico
Close

NEXT STORY

Close

Covid, tradimenti e felicità

Febbraio 1, 2021
Close