Luglio 14, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Jordan Bardella, nato il 13 settembre 1995 a Drancy, di evidenti origini italiane, è uno il più importate volto nuovo del panorama politico europeo. Presidente del Rassemblement National (RN) dal 2021, Bardella ha rapidamente scalato i ranghi del partito, diventando un simbolo del rinnovamento generazionale della destra francese. La sua recente vittoria alle elezioni europee del 2024, che ha inflitto una dura sconfitta al presidente Emmanuel Macron, ha avuto conseguenze significative, costringendo Macron a indire nuove elezioni legislative in Francia. Ma chi è Jordan Bardella?

Jordan Bardella è cresciuto in una famiglia di origini italiane a Seine-Saint-Denis

un dipartimento nella periferia nord-est di Parigi, noto per la sua diversità culturale e le sfide socio-economiche. Ha frequentato il liceo Jean-Baptiste-de-La-Salle a Saint-Denis, dove ha sviluppato un interesse per la politica. Dopo il liceo, ha studiato geografia all’Università Paris-Sorbonne, anche se ha abbandonato gli studi per dedicarsi completamente alla politica.

Bardella ha iniziato il suo percorso politico a soli 16 anni, quando ha aderito al Front National (FN), il precursore del RN. La sua ascesa è stata rapida: nel 2014 è diventato consigliere regionale dell’Île-de-France, e nel 2019 è stato eletto al Parlamento Europeo, dove ha guadagnato visibilità a livello nazionale e internazionale.

Nel 2021, Bardella è stato nominato presidente ad interim del RN, succedendo a Marine Le Pen

La sua nomina è stata vista come un tentativo di modernizzare l’immagine del partito, avvicinandolo alle nuove generazioni e ampliando la sua base elettorale. Nel novembre dello stesso anno, è stato confermato presidente del partito, consolidando il suo ruolo di leader.

Posizioni Ideologiche e Relazione con Marine Le Pen

Jordan Bardella è spesso descritto come un politico di estrema destra, noto per le sue posizioni ferme su temi come l’immigrazione, la sicurezza e la sovranità nazionale. Ha spesso criticato le politiche migratorie dell’Unione Europea e ha promosso misure più restrittive per il controllo delle frontiere. Inoltre, è un forte sostenitore della “preferenza nazionale”, una politica che favorisce i cittadini francesi nell’accesso ai servizi pubblici e alle opportunità di lavoro.

Il rapporto di Bardella con Marine Le Pen è stato fondamentale per la sua ascesa politica. Le Pen ha riconosciuto in lui un talento emergente, capace di modernizzare l’immagine del partito e di attrarre un elettorato più giovane. Bardella, da parte sua, ha sempre mostrato grande lealtà a Le Pen, sostenendo le sue campagne elettorali e le sue posizioni politiche. Questa alleanza ha permesso una transizione di leadership senza frizioni, mantenendo il partito unito e focalizzato sui suoi obiettivi.

Vittoria alle elezioni europee del 2024

Il 9 giugno 2024, Jordan Bardella ha guidato il Rassemblement National a una vittoria storica nelle elezioni europee, superando il partito di Emmanuel Macron, La République En Marche (LREM). Questa vittoria ha rappresentato una significativa battuta d’arresto per Macron, dimostrando un ampio sostegno per le politiche del RN tra gli elettori francesi.

La campagna di Bardella si è focalizzata su temi chiave come la sicurezza, la sovranità nazionale e la critica all’Unione Europea, riuscendo a mobilitare un vasto elettorato scontento delle politiche di Macron. La vittoria ha rafforzato la posizione del RN come principale forza di opposizione in Francia e ha elevato Bardella a un ruolo di spicco nel panorama politico europeo. Le conseguenze politiche sono state immediate e profonde: la sconfitta ha costretto Macron a indire nuove elezioni legislative in Francia, evidenziando la crisi di fiducia nel suo governo.

Come molti politici di estrema destra, Bardella non è immune alle critiche

I suoi detrattori lo accusano di sfruttare la paura e il malcontento per guadagnare consensi, mentre altri mettono in dubbio la sua capacità di governare a causa della sua giovane età e relativa inesperienza. Inoltre, le sue dichiarazioni controverse e le sue posizioni radicali continuano a suscitare dibattiti accesi. Le sue posizioni sull’immigrazione e sull’Islam sono spesso considerate estremiste, attirando accuse di xenofobia e islamofobia.

Ginevra Leone

Leggi anche

Show Full Content
Previous Hamas accetta la risoluzione Onu sul cessate il fuoco
Next Cos’è Apple Intelligence? L’intelligenza Artificiale di Apple
Close

NEXT STORY

Close

Come si può comunicare in modo efficace guadagnando?

Novembre 17, 2021
Close