Luglio 14, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Apple Intelligence è l’ultima innovazione di Apple nel campo dell’intelligenza artificiale, presentata ufficialmente durante il Worldwide Developers Conference (WWDC) 2024. Questa nuova tecnologia rappresenta un passo significativo nell’integrazione di AI avanzata nei dispositivi Apple, come iPhone, iPad e Mac, attraverso i sistemi operativi iOS 18, iPadOS 18 e macOS Sequoia​.

Apple Intelligence: le caratteristiche principali

Apple Intelligence sfrutta modelli generativi altamente specializzati che si adattano alle attività quotidiane degli utenti. Alcune delle funzionalità principali includono:

  • Editing Immagini: Con comandi vocali come “fai risaltare di più questa immagine”, è possibile modificare foto in modo intuitivo. Inoltre, la funzione “Clean Up” permette di rimuovere elementi indesiderati dalle foto​.
  • Creazione di Video di Ricordi: Gli utenti possono creare video tematici, come “tutti i dolci mangiati durante l’estate”, con l’aggiunta di musica di sottofondo, sincronizzati con Apple Music​.
  • Gestione delle Notifiche: Un nuovo Focus Mode riduce le interruzioni mostrando solo le notifiche prioritarie e riassumendole per una rapida consultazione​.
  • Trascrizione Audio e Risposta Intelligente: La trascrizione delle registrazioni audio è automatizzata e le risposte rapide alle email possono essere generate con suggerimenti intelligenti​ (iMore)​.

Privacy e sicurezza

Apple ha sempre enfatizzato la privacy come un pilastro fondamentale delle sue operazioni. Con Apple Intelligence, questo aspetto è ulteriormente potenziato. La maggior parte delle operazioni AI vengono elaborate direttamente sui dispositivi degli utenti per evitare la condivisione di dati sensibili su server esterni. Quando necessario, Apple utilizza il Private Cloud Compute, che sfrutta server basati su Apple Silicon per gestire richieste complesse senza compromettere la privacy degli utenti​ .

Tecnologia e infrastruttura

Alla base di Apple Intelligence ci sono i potenti processori Apple Silicon, come il M1 e l’M2 Ultra, dotati di un’eccezionale capacità di calcolo grazie ai loro Neural Engine. Questi processori sono capaci di eseguire trilioni di operazioni al secondo, permettendo funzionalità avanzate come la fotografia computazionale e l’elaborazione in tempo reale di grandi quantità di dati​​.

Apple ha inoltre acquisito DarwinAI, un’azienda specializzata in AI spiegabile e ispezione visiva, per rafforzare le sue capacità AI. Questa acquisizione evidenzia l’impegno di Apple nel migliorare la qualità e l’efficienza delle sue tecnologie AI​​.

Il futuro di Apple Intelligence

Apple Intelligence non è solo una serie di funzioni innovative, ma rappresenta una piattaforma in continua evoluzione che Apple intende espandere e migliorare nel tempo. L’azienda prevede di aprire le sue capacità AI a sviluppatori di terze parti, consentendo una maggiore integrazione e personalizzazione delle applicazioni​ (MacRumors)​​ (Apple Machine Learning Research)​.

L’obiettivo di Apple è di utilizzare l’intelligenza artificiale per migliorare l’esperienza utente in modo intuitivo e sicuro, mantenendo sempre la privacy come priorità. Mentre la concorrenza si concentra su grandi modelli centralizzati, Apple punta a soluzioni AI distribuite e localizzate sui dispositivi degli utenti, garantendo un equilibrio tra prestazioni avanzate e protezione dei dati personali​ (AppleInsider)​.

Apple Intelligence è un progetto ambizioso che promette di rivoluzionare il modo in cui interagiamo con i dispositivi tecnologici, offrendo funzionalità avanzate mantenendo al contempo i più alti standard di privacy e sicurezza.

Cristina Ferrari

Leggi anche

Show Full Content
Previous Chi è Jordan Bardella: il volto giovane della destra francese che ha sconfitto Macron
Next “Video Killed the Radio Star”: una rivoluzione musicale
Close

NEXT STORY

Close

Clubhouse: tra green economy e oralità secondaria

Marzo 21, 2021
Close