Aprile 17, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

A fine 2022, la Guardia di Finanza di Bologna ha avviato un’indagine pilota mirata agli influencer e ai creatori di contenuti digitali. L’obiettivo era verificare l’accuratezza delle dichiarazioni fiscali relative ai redditi derivanti dalle loro attività online, comprese le pubblicazioni sui social network, le collaborazioni con aziende e i contenuti destinati a piattaforme per adulti. «Abbiamo individuato 11 milioni di euro di redditi non dichiarati e già recuperato 2,8 milioni tra imposte non pagate e sanzioni, grazie alla collaborazione degli influencer verificati» spiega Il colonnello Selvaggio Sarri, comandante del 2° Gruppo Bologna della Gdf a capo delle indagini sugli Influencer evasori.

Risultati dell’indagine sugli Influencer evasori

L’esito dell’indagine ha rivelato un’evasione fiscale di oltre 11 milioni di euro. Tra i soggetti sanzionati, quattro influencer di spicco, incluso l’imprenditore e DJ Gianluca Vacchi e il videomaker e YouTuber Luis Sal, hanno attirato l’attenzione delle autorità. L’accertamento ha inoltre coinvolto cinque creatori di contenuti digitali bolognesi, evidenziando una significativa discrepanza tra i redditi dichiarati e quelli effettivamente percepiti. Le attività sono cominciate a fine 2022, abbiamo visto una forte crescita di questa attività online durante il Covid e il post Covid. Abbiamo cercato gli influencer bolognesi con maggiori follower e maggiore capacità di coinvolgimento dei follower stessi. E sono stati messi a confronto queste attività con i redditi dichiarati. Si tratta di un metodo da sempre usato dalla Guardia di finanza.

Ma chi sono gli Influencer evasori?


Gianluca Vacchi

imprenditore italiano e volto noto sui social media, ha costruito la sua fama attraverso la condivisione di momenti della sua vita caratterizzati da lusso e divertimento. Nato il 5 agosto 1967, Vacchi si distingue per i suoi video virali in cui danza e vive in grande stile, diventando simbolo di una vita agiata. Oltre all’impegno nei social, la sua attività di DJ e le diverse iniziative imprenditoriali hanno ampliato il suo seguito e suscitato dibattiti sulla sua figura pubblica.

Luis Sal

noto anche come Luis Salazar, è emerso come influencer e creatore di contenuti sui social media, guadagnando notorietà per i suoi viaggi avventurosi e la sua capacità di raccontare storie coinvolgenti attraverso le immagini. Le sue esplorazioni lo portano in luoghi remoti del mondo, dove cattura la bellezza naturale e le culture diverse, condividendo le sue esperienze con un pubblico globale. Oltre alla fotografia di viaggio, Luis si dedica alla sensibilizzazione su questioni ambientali, dimostrando un impegno verso la conservazione e la sostenibilità.

Giulia Ottorini

Era sconosciuta al fisco ma la Guardia di Finanza ha scoperto che guadagnava attraverso le collaborazioni con aziende e producendo contenuti sulla piattaforma OnlyFans. La giovane influencer, che ha milioni di follwer su Instagram e TikTok, è tra i personaggi sanzionati dalle Fiamme gialle. Un anno fa Ottorini si vantava su TikTok delle sue spese folli : «Ho speso 32mila euro in 4 giorni» diceva in un video che scatenò polemiche in rete.

Eleonora Bertoli

Sui suoi canali pubblica foto nella natura, in costumi da bagno minimali, in Marocco coi cammelli. Sui social parla poco, i messaggi sotto ai suoi post sono tutti in inglese, spesso di poche parole: “You know where you can find me (sai dove trovarmi)”. Da qualche anno vive a Roma, dove lavora anche come modella, ma il grosso dei suoi introiti deriva dalla pubblicazione di video sulla piattaforma per adulti Onlyfans.

Ma come è possibile che gli influencer sfuggano al fisco? La loro attività è tutta alla luce del sole

Gli influencer operano su piattaforme digitali internazionali, rendendo difficile per l’amministrazione fiscale monitorare le loro attività. Tuttavia, una nuova normativa introdotta dal 1° gennaio richiede che queste piattaforme condividano le informazioni degli utenti con l’agenzia delle Entrate. Questo processo richiede tempo e adattamenti tecnici per essere pienamente implementato e efficace.

Francesca Bazzoni

Leggi anche

Show Full Content
Previous 280 bambini rapiti da una scuola in Nigeria
Next 5 segreti dell’intelligenza artificiale che nessun giornalista o corso on line racconta chiaramente
Close

NEXT STORY

Close

E’ morto a 91 anni Fernando Botero. Il colombiano che rese le forme generose arte

Settembre 15, 2023
Close