Aprile 16, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

La storia non sempre racconta tutto ciò che è accaduto, spesso dando meno importanza ad episodi rispetto ad altri. In particolare, gli italiani tendono a dimenticare il proprio passato da immigrati, le violenze e il razzismo subiti all’inizio del XX secolo. Uno di questi casi è Il massacro di New Orleans.

Quando gli immigrati erano gli italiani: Il massacro di New Orleans

Nella notte del 15 ottobre 1890, il capo della polizia di New Orleans, David Hennessy, venne assassinato a colpi di arma da fuoco. Nonostante le indagini portate avanti dalla polizia, non fu possibile identificare i colpevoli. Tuttavia, nove italiani furono arrestati e processati per il delitto. Dopo un processo durato sei mesi, tre degli italiani risulteranno innocenti, mentre gli altri sei condannati a morte.

L’11 marzo 1891, una folla inferocita riuscì ad entrare nella prigione locale e linciò due degli italiani condannati a morte

Pochi mesi dopo, il 14 agosto 1891, un gruppo di uomini armati attaccò la prigione in cui si trovavano gli altri quattro italiani condannati a morte e li linciò. Questo tragico episodio suscitò l’indignazione di molti, ma alcune personalità di spicco dell’epoca non esitarono a condannare gli italiani in modo inaccettabile.

Il sindaco di New Orleans, Joseph Shakespeare, dichiarò alla stampa:

“Tutto sommato, forse è meglio che questi stranieri siano morti. Se liberati, avrebbero creato ulteriori problemi e turbamenti”.

Theodore Roosevelt, all’epoca sceriffo dell’ovest del Dakota, a proposito dei linciaggi di New Orleans, definì gli italiani:

“una delle razze più criminali e pericolose che infestano le grandi città d’America”

Questa tragica vicenda, conosciuta come il “Massacro di New Orleans”, è uno dei più gravi episodi di razzismo e discriminazione nella storia degli Stati Uniti

Gli italiani, spesso associati a comportamenti criminali, erano visti come una minaccia alla società americana . Il massacro di New Orleans suscitò molta indignazione in Italia e portò a tensioni diplomatiche tra l’Italia e gli Stati Uniti. Il presidente Harrison inviò una commissione d’inchiesta che concluse che il linciaggio era stato un atto di violenza ingiustificato e inaccettabile.

Ricordare il passato da immigrati italiani non solo ci aiuta a capire meglio la nostra storia, ma anche ad affrontare meglio il presente e il futuro

Il massacro di New Orleans, a danno degli italiani, è uno dei più gravi episodi di razzismo e discriminazione nella storia degli Stati Uniti

Per questo, è importante dare voce a questi episodi spesso dimenticati e celebrarli come parte integrante della nostra storia. Solo così possiamo combattere l’ignoranza e i pregiudizi e creare una società più giusta e inclusiva.

Cristina Ferrari

Leggi anche

Ecorandagio è un giornale libero e indipendente, fondato allo scopo di valorizzare i giovani comunicatori del futuro. Ci finanziamo grazie ai proventi delle nostre iniziative editoriali. Scopri la nostra casa editrice! Il Randagio edizioni. Giovanni Scafoglio
Show Full Content
Previous Festa della Mamma in Italia: origine, significato e perché si festeggia a maggio
Next Mussolini, Instagram e il vittimismo all’italiana
Close

NEXT STORY

Close

Trovato il cadavere di Giulia Tramontano: il fidanzato svela il macabro nascondiglio e particolari agghiaccianti

Giugno 1, 2023
Close