Maggio 20, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Il sorpasso dell’India sulla Cina è avvenuto in questi giorni, arrivando a 1,43 miliardi, mentre quella cinese ha raggiunto un picco di 1,42 miliardi. La Cina è stata la nazione più popolosa del mondo almeno dal 1950.

Assieme le due gigantesche nazioni accorpano circa 2,8 miliardi di persone

più di un terzo degli 8 miliardi di abitanti di cui è composta la terra e più di tutti gli altri 19 paesi maggiormente popolati al mondo messi insieme. Ciò significa che circa una persona su tre proviene da uno di questi due enormi paesi dell’Asia.

L’India, dove metà della popolazione ha meno di 30 anni, è destinata a diventare la principale economia mondiale con la crescita più rapida nei prossimi anni.

Per ora, la terza economia più grande dell’Asia è autosufficiente nella produzione alimentare. È il secondo produttore di riso, grano e zucchero. Come mercato, l’India, con la sua classe media in crescita, è il più grande consumatore di zucchero, pur essendo il principale importatore di oli commestibili. È il secondo consumatore di oro e acciaio e il terzo acquirente di greggio. Ospita anche il terzo mercato aereo nazionale più grande del mondo.

L’India supera la Cina, cosa comporta tutto questo?

La crescita della popolazione comporta forti conseguenze sociali ed economiche. La crescita indiana significa una forza lavoro in crescita, che deve essere occupata, e quindi una forte spinta a far crescere e sviluppare l’economia. Mentre in Cina, avere meno adulti in età lavorativa significa la necessità di attrarre forza lavoro dall’estero e meno capacità di sostenere l’invecchiamento della popolazione.

Inoltre, una volta che si raggiunge un basso livello di fertilità è difficile recuperare la crescita della popolazione, anche cambiando le politiche statali per incoraggiare le nascite e questo si ripercuoterà sull’andamento del paese nel lungo periodo.

In India il numero di donne indiane nella forza lavoro, già tra le 20 più basse al mondo, è in calo da anni

Non è solo un problema per donne, ma una sfida crescente per le stesse ambizioni economiche dell’India se i suoi 670 milioni di donne stimati vengono lasciati indietro mentre la sua popolazione si espande. La speranza è che la popolazione in età lavorativa in rapida crescita dell’India ne stimoli la crescita negli anni a venire.

Tuttavia, gli esperti temono che ciò potrebbe facilmente diventare una responsabilità demografica se l’India non riuscisse a garantire che la sua popolazione in aumento, in particolare le donne, abbia un impiego.

Ginevra Leone

Leggi anche

Ecorandagio è un giornale libero e indipendente, fondato allo scopo di valorizzare i giovani comunicatori del futuro. Ci finanziamo grazie ai proventi delle nostre iniziative editoriali. Scopri la nostra casa editrice! Il Randagio edizioni. Giovanni Scafoglio
Show Full Content
Previous Elon Musk sfida ChatGPT
Next Toro Scatenato: Scorsese e la battaglia sul ring della vita.
Close

NEXT STORY

Close

Biennale di Architettura, il Brasile conquista il Leone d’Oro

Maggio 20, 2023
Close