Febbraio 25, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

In Italia nel 2040 solo una coppia su 4 avrà figli, è quanto emerge dal 57° rapporto del Censis. Un futuro demografico per l’Italia di profondi cambiamenti nelle dinamiche familiari e sociali influenzate da preoccupazioni socioeconomiche.

Un Italia sempre più anziana e sola

Le proiezioni indicano un netto calo delle coppie con figli, con solo il 25,8% del totale nel 2040, mentre le famiglie monoparentali raggiungeranno la cifra impressionante di 9,7 milioni, con il 37% costituito da anziani. Questi dati rivelano una società in evoluzione, con impatti significativi sulla struttura sociale e il benessere collettivo.

Il crescere dell’anzianità

Entro il 2040, gli anziani rappresenteranno il 34,5% della popolazione totale, con il 10,3% ancora affetto da disabilità. Questo scenario dipinge un futuro in cui gli anziani, sempre più soli e spesso senza figli, saranno una fetta consistente della società. Le sfide connesse a questa crescita demografica includono la gestione delle disabilità e la necessità di strutture di supporto adeguate.

Preoccupazioni socioeconomiche

L’84% degli italiani è preoccupato per il cambiamento climatico, mentre il 73,4% teme una crisi economica e sociale grave, con povertà diffusa e violenza. La paura dell’incapacità del paese di gestire flussi migratori e il timore di un collasso finanziario dovuto al debito pubblico sono diffusi, con oltre la metà della popolazione preoccupata per il rischio di una guerra mondiale e attacchi terroristici.

Scenario demografico al 2050

Il rapporto prevede una perdita di 4,5 milioni di residenti entro il 2050, con un decremento significativo di 8 milioni di persone in età lavorativa. Questa diminuzione avrà impatti profondi sul sistema produttivo e sulla sostenibilità del sistema di welfare, con una spesa sanitaria pubblica stimata a 177 miliardi di euro, rispetto ai 131 miliardi attuali.

Espatrio giovanile in aumento

Il rapporto rivela un aumento del 36,7% degli italiani che scelgono di stabilirsi all’estero negli ultimi dieci anni, con un incremento significativo della componente giovanile. Nel solo ultimo anno, più di 36mila giovani hanno cercato opportunità oltre confine, rappresentando il 44% degli espatriati tra 18 e 34 anni. Questo fenomeno pone nuove sfide alla società italiana, con la perdita di risorse qualificate e l’impoverimento del tessuto sociale.

Le Paure degli Italiani ecco perché In Italia nel 2040 solo una coppia su 4 avrà figli

L’84% della popolazione è preoccupato per il clima, il 73,4% teme una crisi socioeconomica, il 73% dubita della capacità del paese di gestire flussi migratori e il 53% teme il collasso finanziario dovuto al debito pubblico. Il rapporto evidenzia anche che quasi sei italiani su dieci temono una guerra mondiale e il 59,2% crede che l’Italia non sia adeguatamente protetta da attacchi terroristici.

Opinioni sulla vita e i diritti

l 74% degli italiani è favorevole all’eutanasia, mentre il 70% sostiene l’adozione da parte di single e il 54% da parte di coppie omogenitoriali. Il 65% è a favore del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Sul fronte dei diritti, il 72% approva l’introduzione dello ius soli, mentre il 76% sostiene l’ius culturae.

Il 57° rapporto del Censis dipinge un quadro complesso del futuro italiano, con cambiamenti demografici e sociali che richiederanno una riflessione approfondita e azioni concrete per affrontare le sfide emergenti. La consapevolezza delle preoccupazioni della popolazione è essenziale per orientare politiche e strategie che possano garantire un futuro sostenibile e inclusivo per tutti.

Francesca Rampazzo

Leggi anche

Show Full Content
Previous Morto Henry Kissinger, il premio Nobel che plasmò la politica USA
Next Sorteggio Europei di Calcio: girone di ferro per l’Italia: Spagna, Croazia e Albania
Close

NEXT STORY

Close

Giornata mondiale contro l’Aids, in 40 anni 35 milioni di vittime

Dicembre 1, 2021
Close