Maggio 25, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

L’intelligenza artificiale (generativa) avanza a grandi passi, o almeno così ci stanno raccontando. GPT-4 di OpenAI è stato accolto come un nuovo prodigio tecnologico e gli elogi dei media si sprecano. Promettono innovazioni che dovrebbero migliorare le sue prestazioni e versatilità. Prima di tutto è gratuito rispetto a GPT-4.5 e più performante rispetto al buon vecchio Chatgpt 3. Le promesse sono importanti. Gpt-4 promette di: avere input fino a 25 mila parole e di conseguenza generare testi molto lunghi. La possibilità di avere immagini come input. Gpt4 potrà poi descriverle con lunghi testi o anche usarle come comandi. Potrà aiutarci nello studio o creare lezioni per studenti. Realizzare analisi di conoscenza e decisioni aziendali. Potrà permetterci di creare assistenti virtuali più intelligenti (chatbot). Coding più facile e risolvere problemi quotidiani di non vedenti o ipovedenti, con delle specifiche app. E’ gratis! Ma è davvero tutto oro ciò che luccica? Per chi vi scrive, no. Anzi il pericolo etico, politico e legato alla privacy è altissimo.

In cosa promette di essere migliore gpt-4

GPT-4 si distingue per una serie di potenzialità che lo rendono unico:

  • Accuratezza e coerenza: GPT-4 offre una comprensione del contesto notevolmente migliorata, garantendo risposte più precise e pertinenti rispetto a GPT-3.
  • Elaborazione multimodale: Una delle innovazioni più rivoluzionarie di GPT-4 è la capacità di elaborare sia testo che immagini, permettendo risposte che integrano informazioni visive e testuali.
  • Capacità di gestire conversazioni complesse: Grazie a un’architettura più avanzata, GPT-4 è in grado di mantenere il contesto durante conversazioni lunghe e articolate, migliorando l’interazione con l’utente.

Caratteristiche distintive di GPT-4

Le caratteristiche distintive di GPT-4 lo rendono un modello di linguaggio altamente avanzato:

  • Architettura potenziata: Con un numero di parametri significativamente superiore rispetto a GPT-3, GPT-4 offre una comprensione più profonda del linguaggio naturale.
  • Personalizzazione avanzata: GPT-4 consente una maggiore personalizzazione, adattandosi meglio ai diversi stili di conversazione e alle preferenze individuali degli utenti.
  • Sicurezza ed etica migliorate: Sono stati compiuti significativi passi avanti nella riduzione dei bias e nella prevenzione di contenuti inappropriati, rendendo GPT-4 un modello più sicuro ed eticamente responsabile.

Differenze con GPT-3 e GPT-4.5

Confrontando GPT-4 con i suoi predecessori, emergono differenze sostanziali:

  • Rispetto a GPT-3:
    • Capacità limitate di verifica dei fatti: GPT-3 ha una capacità limitata di verificare le informazioni, portando a risposte talvolta inaccurate.
    • Sola elaborazione testuale: GPT-3 è limitato all’elaborazione di input testuali, senza la capacità di comprendere immagini.
    • Meno parametri: Con meno parametri rispetto a GPT-4, GPT-3 ha una comprensione del contesto meno accurata.
  • Rispetto a GPT-4.5:
    • Miglioramenti incrementali: GPT-4.5 rappresenta una versione migliorata di GPT-4 con ulteriori perfezionamenti nell’elaborazione del linguaggio naturale e nella gestione del contesto.
    • Efficienza ottimizzata: Rispetto a GPT-4, la versione 4.5 potrebbe includere ottimizzazioni per migliorare l’efficienza computazionale e ridurre i tempi di risposta.

Presunta superiorità di Gpt4 rispetto alla concorrenza

GPT-4 si distingue dalla concorrenza per diversi motivi:

  • Elaborazione multimodale: La capacità di comprendere sia testo che immagini lo rende più versatile rispetto a molti modelli concorrenti che elaborano solo testo.
  • Accuratezza e affidabilità: Grazie a una migliore capacità di verifica dei fatti e a una riduzione dei bias, GPT-4 offre risposte più accurate e affidabili.
  • Supporto multilingue: Le prestazioni migliorate in diverse lingue lo rendono più adatto a un pubblico globale rispetto a modelli che eccellono solo in inglese.
  • Personalizzazione e flessibilità: La possibilità di personalizzare le risposte per adattarsi ai bisogni specifici degli utenti offre un livello di interazione più elevato rispetto alla concorrenza.

I pericoli di Gpt4

Mancanza di trasparenza è evidente che OpenAI abbia una politica di scarsa trasparenza riguardo alla tecnologia dietro GPT-4. A differenza dei modelli precedenti, OpenAI ha rilasciato pochissime informazioni dettagliate sull’architettura, le dimensioni del modello, il metodo di addestramento e i dati utilizzati. Questa mancanza di apertura è, a mio avviso, una strategia per proteggere la proprietà intellettuale e mantenere un vantaggio competitivo, ma è stata criticata da accademici e ricercatori che sostengono che la trasparenza sia fondamentale per comprendere e mitigare i rischi associati a tali tecnologie​.

Bias politici

Un’altro punto che continuo a trovare inquietante iguarda i bias politici presenti nei modelli GPT. Studi hanno dimostrato che GPT-4, come i suoi predecessori, mostra una tendenza verso un orientamento politico specifico. In pratica la cultura woke. Questi bias possono emergere a causa dei dati di addestramento utilizzati, che riflettono tendenze politiche specifiche legate alla “cultura” del politicamente corretto. Anche se OpenAI ha affermato di lavorare per ridurre questi bias, molti ricercatori sostengono che è praticamente impossibile eliminare completamente i bias da un modello di linguaggio di queste dimensioni​. In pratica come già scrissi in passato GPT è di sinistra.

Rischi etici e sociali

Ci sono preoccupazioni significative riguardo all’impatto sociale ed etico dell’adozione diffusa di GPT-4. La rapidità con cui nuovi modelli vengono sviluppati e implementati può portare a una corsa agli armamenti tecnologica, in cui la sicurezza e l’etica sono trascurate a favore della velocità e dell’innovazione. Molti critici sostengono che questa fretta di rilasciare nuove versioni potrebbe comportare l’implementazione di modelli non sufficientemente testati, con conseguenze potenzialmente dannose per la società​.

Ciò che mi senti di affermare, per adesso, è che i problemi relativi ad allucinazioni e comprensioni reali di quanto viene chiesto a questa intelligenza generativa, non sono state risolte da OpenAi e ho riscontrato una fretta eccessiva e pericolosa nel rilasciare questa versione

Ma le mie preoccupazioni principali nei confronti di GPT4 riguardano la mancanza di trasparenza da parte di OpenAI, i persistenti bias politici all’interno del modello e le implicazioni etiche e sociali della sua adozione su larga scala.

Ci viene descritto come un risolutore dei nostri problemi invitandolo a usarlo per creare siti, testi, analizzare dati e prendere decisioni al nostro posto. Ma siamo sicuri che non sia solo un modo per usarci come cavie per testare un modello beta e a raccogliere i nostri dati e arricchire il proprio database con i nostri testi e… …le nostre foto?

Giovanni Scafoglio

Leggi anche

Show Full Content
Previous Università italiane sempre meno competitive
Next Azzerare l’algoritmo di Facebook. Un ricercatore americano fa causa a Meta
Close

NEXT STORY

Close

Dante dagli Uffizi a Forlì. Dal 12 marzo al 4 luglio.

Luglio 27, 2020
Close