Maggio 29, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Il vignettista, papà di Bobo ed ex direttore dell’Unità, era ricoverato da qualche giorno: da tempo era malato. Sergio Staino, morto stamani in ospedale a Firenze, aveva 83 anni.

Sergio Staino è stato anche scrittore e regista

Esordì alla regia nel 1989 con Cavalli si nasce. Era nato a Piancastagnaio (Siena) e ha poi vissuto a Scandicci, alle porte di Firenze. Con Bobo fece la sua prima comparsa nel 1979, sul mensile di fumetti Linus: da allora una lunga avventura, con una satira educata ma allo stesso tempo graffiante. Bobo, impegnato a sinistra e prototipo dell’italiano medio pensante, lavoratore e disilluso padre di famiglia, è passato tra le pagine di diversi quotidiani e riviste, dove spesso commentava i fatti del giorno in modo incisivo.

“Bobo nacque, come spesso accade, per disperazione – raccontava anni fa Staino -. Ero un uomo inquieto, in crisi. Cercavo che cosa fare da grande. L’immagine di Bobo nacque d’istinto. Anche il nome. Bobo è un arrabbiato, disilluso, romantico, democratico, di sinistra”.

Collaboratore tra il 1980 e il 1981 della pagina culturale del quotidiano Il Messaggero, e dall’anno successivo de l’Unità, di cui è stato il vignettista ‘storico’ divenendone poi direttore nel 2016, Staino dal 1986 aveva anche fondato e diretto il settimanale satirico Tango.

È morto Sergio Staino, Il vignettista, papà di Bobo è stato anche regista e direttore dell'Unità. Aveva 83 anni.

Aveva anche collaborato con Rai3, dove nel 1987 ha diretto la rubrica Teletango e, nel 1993, firmato il programma satirico Cielito Lindo. Ha collaborato anche con Avvenire, La Stampa e Atlante, il magazine online di Treccani.it.

La Redazione – Fonte Ansa

Leggi anche

Show Full Content
Previous Meloni lascia Giambruno con un post social
Next Il mondo piange Bobby Charlton, leggenda del calcio
Close

NEXT STORY

Close

Senatrice Segre: parola genocidio per Israele è una bestemmia

Maggio 22, 2024
Close