Novembre 29, 2022
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Covid 19: in Cina milioni di persone tornano in lockdown. Colpite città industriali come Shenzhen e Guangzhou. Tutto ciò per per contenere gli ultimi focolai di Covid-19, colpendo città industriali come Shenzhen, Guangzhou, Dalian, Chengdu e Shijiazhuang.

A Dalian, nel Liaoning, il blocco ha colpito circa la metà dei suoi 6 milioni di residenti per una durata di 5 giorni

Nelle città di Shenzhen, nel Guangdong, almeno 4 distretti con circa 9 milioni di residenti chiusi. Mentre a Guangzhou, vicino a Hong Kong, 5 contagi trasmessi localmente, hanno avuto come conseguenza il cordonare alcune aree di un distretto fino a sabato.

Sempre a Guangzhou, posticipata la riprese delle lezioni negli asili nido, scuole primarie, medie e superiori. Quelle già iniziate sono state sospese, secondo quanto riportato dai media statali. Anche i servizi di autobus e metropolitana sono stati drasticamente ridotti.

La politica della ‘tolleranza zero’ al Covid, sostenuta ad oltranza da presidente Xi Jinping, ha contribuito a frenare l’economia

Secondo Capital Economics, 41 città, responsabili del 32% del Pil cinese, sono attualmente coinvolte nella stretta anti-pandemica, il numero più alto da aprile. A Pechino scoraggiati i viaggi in entrata e in uscita dalla capitale e i residenti sottoposti a test quasi quotidianamente in vista anche del XX Congresso del partito comunista che aprirà i battenti il prossimo 16 ottobre.

Lunedì, l’Anbound Research Center, un think tank cinese, ha sostenuto che la chiusura draconiana anti-Covid ha prodotto blocchi al commercio

ma anche ai viaggi e all’industria, sollecitando un cambio di rotta per evitare uno “stallo economico”, invitando la leadership a concentrarsi sulla crescita come fatto da Usa, Europa e Giappone. “Prevenire il rischio di stallo economico dovrebbe essere il compito prioritario”, ha rimarcato il thinktank in un rapporto all’eloquente titolo ‘È tempo che la Cina adegui le sue politiche di controllo e prevenzione dei virus’.  

In poche parole, in Cina milioni di persone tornano in lockdownè la prova del fallimento della politica tolleranza zero?

I dati sembrerebbero confermare questa sensazione. I dubbi restano come il rammarico.

Francesca Rampazzo

Leggi anche

ecorandagio è una testata libera e indipendente che si sostiene grazie ai libri pubblicati da IL RANDAGIO EDIZIONI di GIovanni Scafoglio

Show Full Content
Previous Solidarietà verso la premier Sanna Marin
Next I social stanno giungendo al loro termine?
Close

NEXT STORY

Close

Le famiglie si ritrovano nei giorni del Coronavirus

Marzo 13, 2020
Close