Marzo 3, 2021
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Sono ancora nei nostri occhi le immagini dei festeggiamenti per l’ultimo dell’anno a Wuhan, senza mascherine e felici di riprendere a vivere una vita “normale” ed ecco che arriva la notizia che tre città nella provincia di Hebei sono divenute focolai e che di conseguenza che in Cina 22 milioni di persone sono in lockdown.

La Cina ha registrato lunedì 11 gennaio altri 55 nuovi casi di Covid-19

Il dato, che quasi dimezza i 103 contagi annunciati il giorno precedente e include anche 40 infezioni riscontrate nella provincia di Hebei, il focolaio più grave. Escludendo i casi di nuovi morti sospette, i decessi restano fermi a quota 4.634, mentre sono 31 i pazienti dimessi dagli ospedali.

Langfang è entrata in lockdown, diventando la terza città a essere bloccata per il focolaio di Covid-19 nella provincia di Hebei

dopo il capoluogo Shijiazhuang e Xingtai per oltre 22 milioni di abitanti totali, il doppio degli abitanti di Wuhan dove a fine 2019 è stato rilevato il virus per la prima volta. Langfang dista appena mezz’ora di auto da Pechino e conta 5 milioni di persone. Veicoli e persone delle tre città non possono uscire, a meno che non sia necessario. L’Hebei ha segnato un totale di 326 casi di Covid-19 fino a oggi nell’ambito del nuovo focolaio, più 234 asintomatici.

Nel Paese è partita l’indagine dell’Oms per indagare l’origine della diffusione del virus. 

La missione non ha l’obiettivo di “puntare il dito” contro Pechino “in stile Trump”. Lo ha sottolineato uno degli scienziati dell’Agenzia dell’Onu, Fabian Leendertz, epidemiologo del Robert Koch Institut, che arriverà nel Paese giovedì assieme ad altri novi scienziati. “Non si tratta di individuare la Cina come colpevole. Si tratta di ridurre il rischio. E i media potrebbero aiutarci evitando di accusare in stile Trump. Il nostro lavoro non è politico”, ha detto il ricercatore parlando con il Guardian.

Leggi anche: Cronache dal Coronavirus

Eco Randagio non è semplicemente un giornale on line! Aspira ad essere una palestra che dia voce alle nuove generazioni, dando loro la possibilità di formarsi nel campo della comunicazione. Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto. Sostienici e scopri le stupende ricompense che potrai ricevere!

Show Full Content
Previous La bufala delle guerre mai combattute da Trump
Next Disneyland diventa un centro vaccinazioni
Close

NEXT STORY

Close

Cassandra Feltri e la fortuna dei napoletani.

Maggio 5, 2020
Close