Maggio 14, 2021
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Dopo chilometriche poemiche sui social arrivano le prine indiscrezioni “ufficiose”: Coronavirus ecco chi sono i congiunti, compresa la notizia più attesa, si considerano congiunti anche i fidanzati “stabili”.

«Congiunti» è la parola magica che sdoganerà le uscite di milioni di italiani dal 4 maggio: l’articolo 1 del Dpcm 26 aprile 2020 consente nella fase 2 del coronavirus «gli spostamenti per incontrare congiunti» facendo immediatamente sorgere il dubbio su quale sia il “perimetro” dei soggetti che rientrano in questo ambito e che, pertanto, si potranno legittimamente «incontrare».

Come riportato dall’Ansa, si apprende da fonti di Palazzo Chigi che il termine “congiunti” includerebbe «parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili».

Coronavirus ecco chi sono i congiunti. Il termine  “congiunti” includerebbe parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili.
Amarsi nei giorni del Coronavirus

Le Faq, che saranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito di Palazzo Chigi, chiariranno ulteriori dubbi interpretativi sul provvedimento.

La visita ai “congiunti” comprende anche i “fidanzati”

La visita ai “congiunti” comprende anche i “fidanzati”. Lo ha chiarito la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli a ‘La vita in diretta’. “I congiunti sono le persone con le quali si intrattengono rapporti affettivi stabili, compresi i fidanzati”, ha detto la ministra, puntualizzando comunque che “una dicitura così ampia richiede la responsabilità individuale”. Questo, comunque, aggiunge, esclude pranzi di famiglia: “ma singolarmente ci potremo rivedere”. “Dubito che ci sarà in un futuro abbastanza prossimo la possibilità di assembramento anche di natura famigliare”.

non si possono raggiungere le seconde case

La De Micheli ha chiarito anche che “non si possono raggiungere le seconde case, tranne mi sembra di aver capito ci sia qualche presidente di Regione che lo sta ipotizzando, ma nell’ambito di questo dpcm non è possibile raggiungere le seconde case”.

“I congiunti? Sono anche i fidanzati. Sono chiaramente i familiari e ci sono anche i fidanzati all’interno. Chiaramente i congiunti così chiamati sono tutte le persone a cui vogliamo bene”. Così il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà a Sono le Venti, di Peter Gomez, in onda stasera alle 19:55 sul Nove. “Molte persone sono rimaste separate in questi mesi, è stato molto, molto difficile. A tutti gli italiani – aggiunge il ministro – va fatto un grande ringraziamento, perché hanno dimostrato di essere un popolo paziente, capace di riuscire a raggiungere un obiettivo importante, grazie al loro lavoro stiamo raggiungendo questa uscita dal lockdown, una fase due importante”

Show Full Content
Previous L’enigma delle antiche mura ciclopiche del Lazio
Next Coronavirus in Germania il contagio risale a 1.
Close

NEXT STORY

Close

Vaccino Covid Pfizer BioNTech – via libera dal Regno Unito.

Dicembre 2, 2020
Close