Settembre 27, 2021
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Netflix annuncia la serie tv dedicata all’Eternauta e il sottoscritto gioisce, ma con un brivido di terrore. Dopo tante indiscrezioni è giunta la conferma ufficiale: Netflix adatterà L’Eternauta, considerato uno dei grandi capolavori della “letteratura” disegnata, in una serie tv.

Chi ha già letto la meravigliosa opera di Héctor Oesterheld attenderà con ansia la versione televisiva, ma le notizie che giungono dalla conferenza stampa del colosso dello streaming lasciano ben sperare per un adattamento fedele dell’opera scongiurando il temuto rischio di una l’americanizzazione della storia, cosa purtroppo accaduta puntualmente con altre meravigliose Graphic Novel (V per Vendetta e Walking Dead su tutti). La serie dovrebbe essere girata in Argentina, Paese natio di Oesterheld e dell’Eternauta, e affidata al regista Bruno Stagnaro, poco noto in Italia ma già conosciuto in patria e soprattutto dotato della cultura e della sensibilità giusta per trovare la chiave di lettura giusta. Si spera (ndr.).

Netflix annuncia la serie tv: l'Eternauta, uno dei grandi capolavori della "letteratura" disegnata, e il sottoscritto gioisce, con un pizzico di angoscia.

Detto questo, ecco alcune ragioni per non perdersi questa serie tv. Spero (ndr.)

È un capolavoro drammatico che divine tragico nella realtà.

L’autore, nato a Buenos Aires nel 1919, è stato uno dei più influenti e talentuosi scrittori argentini. Nel 1957 fondò insieme al fratello Jorge la casa editrice Editorial Frontera che ospitò grandi artisti che cominciarono a farsi le ossa proprio grazie a lui: parliamo di nomi come Hugo Pratt tra gli altri. Purtoppo Oesterheld proprio come accade nel suo capolavoro e probabilmente proprio a causa del suo Eternauta, fu anche vittima di una delle pagine più buie della storia argentina. Nel 1977 fu prelevato da una squadra armata e da allora il suo nome è annoverato nell’elenco dei desaparicidos. Le sue cinque figlie, attiviste di sinistra, subirono una sorte simile, prelevate e uccise da squadre armate.

Nel 1977  Oesterheld fu prelevato da una squadra armata e da  allora il suo nome è annoverato nell’elenco dei desaparicidos. Le sue cinque figlie, attiviste di sinistra, subirono una sorte simile, prelevate e uccise da squadre armate.

Per il tratto moderno di Francisco Solano Lopez

La prima edizione de El Eternauta è stata pubblicata in Argentina nel lontano 1957. A leggerla oggi, lo si può intuire dalle tecnologie e dai riferimenti datati, ma non certo dai disegni. Lopez è uno dei maestri del disegno argentino, superato da Alberto Breccia per dinamismo e sperimentazione, ma senza pari per quanto riguarda plasticità delle figure, dinamismo dei chiaroscuri, chiarezza delle tavole.

Netflix annuncia la serie tv: l'Eternauta, uno dei grandi capolavori della "letteratura" disegnata, e il sottoscritto gioisce, con un pizzico di angoscia.

Perché è una terribile profezia

Un contagio mortale che cade dal cielo. Le città trasformate in paesaggi spettrali. La nostalgia per la normalità perduta. Così un fumetto degli anni 50-60 diventa l’incubo che incarna le paure dei tempi.

Per i personaggi memorabili

L’Eternauta, certo, vale a dire Juan Salvo, il protagonista: un uomo pronto ad affrontare l’impensabile pur di salvare la famiglia, e destinato sin dal principio dell’opera a diventare un vagabondo del tempo e dello spazio. Ma anche tutti gli altri co protagonisti sono semplicemente meravigliosi.

Perchè è un monito eterno contro l’oppressione

Lo scrittore era consapevole che il fumetto poteva raggiungere molte più persone di un romanzo. Ne conosceva la presa, soprattutto in un paese di grandi tradizioni “disegnate” come l’Argentina. Egli sapeva lavorare con abilità sugli stereotipi avventurosi e fantastici di tanta letteratura e cinema (l’invasione aliena, i mostri, la macchina del tempo, le dimensioni spazio-temporali, la solidarietà tra sopravvissuti, il futuro post-atomico e le mutazioni genetiche), rimaneggiandoli con maestria.

le notizie che giungono dalla conferenza stampa del colosso dello streaming lasciano ben sperare per un adattamento fedele dell’opera scongiurando il temuto rischio di una l’americanizzazione della storia, cosa purtroppo accaduta puntualmente con altre meravigliose Graphic Novel (V per Vendetta e Walking Dead su tutti).

Non ci resta che aspettare e, nell’attesa della serie tv, rileggerlo, riscoprirlo… e per molti scoprirlo. Ne varrà la pena.

Giovanni Scafoglio

Show Full Content
Previous Un autunno di grandi mostre
Next Il cuore di Bansky non è solo un murales si chiama Louise Michel
Close

NEXT STORY

Close

Internet è un potente mezzo che non sappiamo usare

Gennaio 16, 2021
Close