Maggio 29, 2024
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Questa settimana ci sono molte mostre interessanti da visitare in diverse città italiane. Dall’incontro con van Gogh agli scatti di Doisneau, dall’omaggio a Rotella all’immersione nei favolosi anni ’80, c’è davvero qualcosa per tutti i gusti. Ecco il programma delle principali mostre in arrivo.

A Genova, a Palazzo Ducale, dal 12 maggio al 10 settembre, c’è “5 minuti con van Gogh”

uno speciale appuntamento a cura di Costantino D’Orazio, che permette di ammirare una delle opere iconiche del pittore, Paesaggio con covoni e luna nascente, realizzato a Saint-Rémy-de-Provence nel luglio 1889. L’esposizione è organizzata in modo da consentire al pubblico di godersi l’opera in solitudine, in modo intimo ed esclusivo.

A Milano, al Museo Diocesano Carlo Maria Martini, c’è “Robert Doisneau”, una mostra omaggio al celebre fotografo del ‘900

L’esposizione, curata da Gabriel Bauret, comprende oltre 130 scatti in bianco e nero, tra cui la celeberrima Le baiser de l’Hôtel de Ville del 1950, tutti provenienti dalla collezione dell’Atelier Robert Doisneau a Montrouge. La mostra è aperta dal 9 maggio al 15 ottobre.

A Torino, al Museo Nazionale del Cinema, c’è “La Mole delle meraviglie”

una mostra a cura di Stefano Bessoni e Domenico De Gaetano che racconta, attraverso 150 opere, gli ambiti in cui si muove la ricerca espressiva di Bessoni, dalle fiabe al mondo della scienza, dalle illustrazioni all’animazione stop-motion e alla fabbricazione di puppets, fino al grande amore per il cinema. L’esposizione è allestita fino all’11 settembre e ha un focus speciale su Maria Adriana Prolo, fondatrice del Museo Nazionale del Cinema.

A Roma, la Fondazione Giuliani ospita “Blue Nacht”, una mostra dell’artista tedesca Raphaela Simon

che presenta circa 30 opere realizzate dall’artista, dalle forme ingannevolmente semplici e indistinte su sfondi monocromatici. Dal 10 maggio al 30 luglio, a Palazzo delle Esposizioni, c’è invece “Dieter Kopp. Tradizione e libertà”, una mostra che presenta una selezione di opere (in prevalenza oli su tela o su tavola, ma anche disegni realizzati con tecniche diverse soprattutto pastelli) che documentano gli oltre 50 anni di attività del pittore, dai nudi ai paesaggi di Paros alle vedute di Roma.

A Forte dei Marmi, alla Villa Bertelli, c’è “Mimmo Rotella il genio poliedrico”

una mostra curata da Edoardo Falcioni che riunisce 45 opere celebri e storiche dell’artista, che ripercorrono i gesti e le tecniche utilizzate dall’artista.

Giancarlo Vitale

Leggi anche

Ecorandagio è un giornale libero e indipendente, fondato allo scopo di valorizzare i giovani comunicatori del futuro. Ci finanziamo grazie ai proventi delle nostre iniziative editoriali. Scopri la nostra casa editrice! Il Randagio edizioni. Giovanni Scafoglio
Show Full Content
Previous Spotify rimuove decine di migliaia di canzoni create con l’intelligenza artificiale
Next La senate bill 150 approvata in USA è una legge discriminatoria
Close

NEXT STORY

Close

Librerie riaprono ricordando Sepulveda il 4 maggio

Maggio 2, 2020
Close