Maggio 25, 2022
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

Siamo fedeli a noi stessi quanto lo siamo agli altri? A chi dobbiamo la nostra fedeltà?

Lucrezia Guidone e Michele Riondino, gli attori che danno vita ai protagonisti di “Fedeltà”, durante un’intervista a Freeda hanno provato a fornire una chiave di lettura estremamente moderna e autentica della storia.

Fedeltà è un best-seller che nel 2019 si è aggiudicato il Premio Strega Giovani. Scritto da Marco Missiroli, affronta nuovi aspetti della dimensione coppia attraverso un concetto ampio: quello, appunto, della fedeltà. Dell’infedeltà, del desiderio e del tradimento. 

Il concetto di fedeltà, di infedeltà, aiuterà la coppia e lo spettatore a riconsiderare certi canoni e cliché

“Carlo e Margherita nutrono un desiderio nei confronti l’uno dell’altra che li rende speciali e particolari agli occhi degli altri. Quello che non viene preso in considerazione per una coppia così stabile e così sicura come la loro è il fatto che il mondo esterno possa provare desiderio nei loro confronti (e viceversa, ndr), e quindi è quello l’imprevisto che destabilizza” afferma Riondino. 

La storia si basa, per l’appunto, su due aspetti fondamentali: il desiderio e la fedeltà.

Desiderare altre persone al di fuori della coppia è tradimento? E se l’altro ne fosse a conoscenza, potremmo continuare a parlare di tradimento? 

Riondino si esprime in modo schietto: “Il desiderio fa parte della vita e della personalità di ognuno di noi. Sarebbe ipocrita dirsi che non desideriamo la ragazza che abbiamo visto in quel video o l’attore di quel film o il nostro vicino di casa. Insomma, diventa un elemento intrigante di coppia e anche un segreto erotico”. 

“Affrontare certi temi e basare una coppia su queste libertà è un modo per intrepretare e intendere il rapporto in modo meno ipocrita” aggiunge Guidone. 

Insomma, la storia tra Margherita e Carlo sembra voler creare una linea di demarcazione netta tra i rapporti di coppia, basati sulla fiducia, sulla complicità e sulla passione, e i rapporti occasionali, dettati solo e unicamente dal desiderio momentaneo e dalla necessità di appagare un istinto, ma non per questo meno significativi. 

Per citare la penna di Marco Missiroli: 

«Che parola sbagliata, amante. Che parola sbagliata, tradimento. Siamo sicuri che resistere a una tentazione significhi essere fedeli? E se quella rinuncia rappresentasse il tradimento della nostra indole più profonda? La fedeltà è un’àncora che ci permette di non essere travolti nella tempesta, ma è anche lo specchio in cui ci cerchiamo ogni giorno sperando di riconoscerci». 

Non a caso, una delle domande che più ritorna nel corso della storia è: “A chi dobbiamo la nostra fedeltà?”. A noi stessi, oppure agli altri?

Verosimilmente, ciò che differenzia il tradimento dalla fedeltà non è altro che l’onestà, l’intimità e la complicità, ingredienti chiave in qualsiasi tipo di relazione. 

Che sia arrivato il momento di rivalutare i canoni ai quali ci siamo sempre aggrappati? Fedeltà propone sicuramente uno spunto di riflessione interessante. 

OxfordLanguages, per essere formali, definisce la fedeltà come “la costante rispondenza alla fiducia accordata da altri o a un impegno liberamente assunto, specificatamente sul piano affettivo”. 

E la fiducia, a sua volta, è “l’atteggiamento che risulta da una valutazione positiva di fatti, circostanze, relazioni, per cui si confida nelle altrui o nelle proprie possibilità, che generalmente produce un sentimento di sicurezza e tranquillità”. 

Insomma, linguisticamente parlando, la fedeltà è un concetto molto ampio che, fortunatamente!, può variare da persona a persona ed è applicabile ai più svariati contesti. 

E voi? A chi credete si debba la propria fedeltà? È più importante essere fedeli a sé stessi oppure agli altri? E, soprattutto, cos’è per voi la fedeltà? 

Maria Francesca Ruscitto

Leggi anche:

Crowdfunding: le principali piattaforme

La generazione del Covid-19

Il Sacro Profano: l’intervista con l’autore

Show Full Content
Previous Politica e televisione: la coppia perfetta. Ma noi?
Next Canzoni contro la guerra pt.1
Close

NEXT STORY

Close

Nichilismo giovanile tra alcol e droghe

Maggio 17, 2022
Close