Giugno 19, 2021
A ECORANDAGIO ospitiamo e formiamo i giornalisti di domani

leggiamo in queste ore tante polemiche sul bacio di “Biancaneve” ebbene prima di tutto, come spesso accade i giornali italiani, i media e i social hanno preso nuovamente fischi per fiaschi.

l problema nasce tutto quando quando a Disneyland si decide di aggiornare una giostra. Il tunnel della “Spaventosa avventura di Biancaneve” diventa così la giostra del “Desiderio Incantato di Biancaneve”.

La natura della giostrina è sempre la stessa: i bambini vengono messi a sedere sulle apposite seggette e accompagnati in uno spettacolo di sfondi animati, led, pupazzi e animazioni dove rivivono i momenti salienti del film.

Succede che la “Spaventosa avventura di Biancaneve”, facendo onore al suo nome, si chiudeva con una delle scene più spaventose e catartiche nel film. I nani inseguono la strega Grimilde nelle sue fattezze di orrida vecchia strega e questa precipita giù da un’alta rupe, pagando la sua malvagità con la morte.

Scena parte del bagaglio culturale di generazioni di ragazzini, diretta discendente dalle fiabe originali dove non si andava tanto per il sottile nell’impartire insegnamenti morali. Alla fine della fiera, in ogni fiaba, il bene premiava e il male puniva. E anche i buoni pagavano amaramente le loro infrazioni.

Le streghe cattive arrivavano sempre alla morte, le sorellastre di Cenerentola nella fonte originale finivano accecate dai volatili e mutilate nei piedi nel tentativo di indossare la scarpetta, Cappuccetto Rosso veniva ingurgitata dal Lupo per aver disobbedito alla madre e la Sirenetta (nella fonte originale) moriva comunque col cuore infranto, ma la (magra) consolazione di aver ottenuto un’anima immortale e l’accesso al Purgatorio per potersi guadagnare con fatica il Paradiso.

Aveva quindi perfettamente senso che, anche nelle versioni “per famiglia” offerte da Disney la storia finisce col Trionfo del Bene. Il Male muore, e male, e soffrendo, il Bene ottiene catarsi.

Dopo 400 giorni di lavori, si è deciso che una simile morale fosse troppo crudele per la sensibilità odierna. Si è così deciso di mostrare non la Caduta del Male, ma il Trionfo del Bene. Il Principe dà il bacio del vero Amore a Biancaneve, l’Incantesimo è sciolto, i buoni tornano in vita e tutti felici.

Il politicamente corretto e il bacio non consensuale

Succede che in un articolo su SFGate, si fa notare che alla fine di Biancaneve i buoni sì trionfano, ma il tentativo di aggiornare la giostra ad una sensibilità moderna evitando che i bambini siano esposti alla morte della strega li espone ora ad un bacio non consensuale

Cosa capisce la stampa italiana di tutto questo? Praticamente nulla

Che tristezza

Repubblica: “fa discutere l’attrazione del parco a tema californiano, che si conclude come il film del 1937. Ovvero, secondo alcuni, con una molestia. “Non può essere vero amore se solo uno dei due è cosciente”

Il Mattino: “Biancaneve, bufera sulla Disney: «Bacio rubato senza consenso, lei dormiva”

La Stampa: “Aiuto, Biancaneve non dà il consenso”

Show Full Content
Previous Cos’è il Primo maggio?
Next Instagram 2021 le novità e come funziona il nuovo algoritmo
Close

NEXT STORY

Close

Libertà di stampa Italia al 77° posto. Ma qual è la vera causa?

Maggio 8, 2020
Close